Riapertura scuola, ufficializzata la data in penisola sorrentina

Riapertura scuola, i sindaci dei sei comuni costieri hanno firmato l’ordinanza che dispone l’apertura a dopo il referendum

riapertura scuola
Scuola (foto Twitter)

La Campania aspetta ancora di riaprire le scuole. Nei giorni scorsi sulla data c’era stata una polemica  – l’ennesima – oltre a quelle dei contagi, i banchi, le modalità l’ingresso, d’uscita e il rispetto di tutte le norme per evitare il contagio.

Nel marasma di data e dichiarazioni, i sei sindaci dei comuni della costiera sorrentina (Sorrento, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Meta di Sorrento, Massa Lubrense  e Vico Equense) hanno firmato l’ordinanza che dispone la riapertura della scuola, di qualsiasi ordine e grado, il 28 settembre.

Il motivo che tutte le aree scolastiche dovranno essere sanificate dopo il voto di domenica 20 e lunedì 21 settembre. Saranno sanificate anche le aree dove non saranno installate le cabine elettorali come mense e palestre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, scuola chiusa nel napoletano: un’insegnante positiva al tampone

Riapertura scuola, a Castallammare si parte a ottobre

Le lezioni in costiera quindi riprenderanno quattro giorno dopo il resto della regione, salvo altre ordinanze in altri Comuni. Ma sulla data non sono mancate polemiche e attacchi politici.

De Luca, che prima aveva posticipato a dopo il voto la riapertura, al 24 (dieci giorni dopo rispetto a tredici regioni), aveva dichiarato che quella data era in forse, per poi tornare sui suoi passi. Non è neanche mancato uno scontro con il sindaco di Napoli De Magistris che ha accusato il governatore di badare solo alle elezioni regionali che lo rivedono candidato e poi alla riapertura degli istituti.

Da ricordare che in tutta Italia il 24 e 25 settembre è stato proclamato uno sciopero dai sindacati di base e ciò potrebbe far slittare l’apertura nello stesso giorno della penisola sorrentina.

E a ottobre le scuole riapriranno sicuramente a Castallammare di Stabia perché il sindaco Gaetano Cimmino, visto l’alto numero di contagi il città, ha disposto che gli istituti riaprano il primo giorno del nuovo mese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Riapertura scuola, in Campania si rischia un ulteriore rinvio: i motivi