De Laurentiis indagato per evasione fiscale insieme ad altri 64

Non c’è pace per il calcio italiano: dopo “Calciopoli” del 2006 e “Scommessopoli” del 2011, una nuova inchiesta colpisce il calcio che conta.

Anche stavolta protagonisti delle indagini sono calciatori, procuratori e dirigenti di primissimo livello. Spiccano infatti tra gli indagati nomi illustri quali Adriano Galliani, Aurelio De Laurentiis, Claudio Lotito e gli ex Napoli Lavezzi, Calaiò, De Sanctis, Denis e Fideleff ed inoltre un nome già associato a questo genere di scandali: Alessandro Moggi, procuratore di diversi calciatori e figlio dell’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi, protagonista indiscusso di Calciopoli.

Impulso all’indagine fu dato nel 2012 quando la Guardia di Finanza aveva chiesto al Napoli ed alla Figc i contatti di Ezequiel Lavezzi e del talento argentino mai sbocciato Christian Chavez.
Ma, alcuni mesi dopo, le indagini sono proseguite in maniera generalizzata e la Finanza ha acquisito documentazione in 41 società di Serie A e B, notando una lievitazione degli oneri relativi agli ingaggi dei calciatori e ciò, secondo gli inquirenti, avrebbe determinato uno squilibrio economico-finanziario all’interno delle società che avrebbe indotto le squadre a compiere illeciti fiscali.

Dalle accuse si evince un sistema teso ad evadere le imposte, il meccanismo di frode si incentrava sulle compravendite dei calciatori e sul pagamento dei relativi ingaggi: «I procuratori provvedevano a fatturare in maniera fittizia alle sole società calcistiche le proprie prestazioni, simulando che l’opera di intermediazione fosse di interesse esclusivo dei club, mentre di fatto venivano tutelati gli interessi degli atleti assistiti dagli agenti medesimi», si legge nell’ordinanza della Procura aggiunta di Napoli.

Questo l’elenco dei trasferimenti “sospetti”:
– Guglielmo Stendardo: dalla Lazio all’Atalanta
– Matteo Paro: dalla Juve al Genoa, dal Genoa a Vicenza e dal Genoa al Bari
– Nicola Legrottaglie: dalla Juve al Milan e dal Milan al Catania
– Fabio Liverani: dalla Fiorentina al Palermo
– Antonio Nocerino: dalla Juve al Palermo e dal Palermo al Milan
– Adrian Mutu: dalla Juve alla Fiorentina
– Ciro Immobile: dalla Juve al Genoa
– Giuseppe Sculli: dalla Juve al Genoa
– Pasquale Foggia: dalla Lazio alla Samp
– Massimo Oddo: dal Milan al Lecce
– Francesco Tavano: dal Valencia al Livorno
– Marek Jankulowski: adeguamento contrattuale al Milan
– Emanuele Calaiò: dal Siena al Napoli e dal Napoli al Siena
– Morgan De Sanctis: dal Siviglia al Napoli
– Gabriel Paletta: adeguamento contrattuale al Parma
– Pavon: dall’Atletico Nacional al Parma
– Cristian Molinaro: dalla Juve al Siena
– Hernan Crespo: dal Chelsea all’Inter
– Diego Milito: dal Genoa all’Inter
– Gabriel: dal Glasgow Rangers al Napoli
– Ignacio David Fideleff: dal Newell’s Old Boys al Napoli
– Ezequiel Lavezzi: dal San Lorenzo al Napoli
– German Denis: dall’Udinese all’Atalanta
 
Ecco l’elenco dei calciatori per cui è stato emesso il provvedimento di sequestro:
Gustavo German Denis, Juan Fernando Quintero, Adrian Mutu, Ciro Immobile, Matteo Paro, Hernan Crespo, Pasquale Foggia, Antonio Nocerino, Marek Jankulovski, Cristian Gabriel Chavez, Ignacio David Fideleff, Ivan EzequielLavezzi, Gabriel Paletta, Emanuele Calaiò, Cristian Molinaro, Rios Pabon, Diego Alberto Milito