Napoli violenta, aggredite due ragazze e ferito un poliziotto

Napoli violenta: dal centro storico al Vomero, notte di paura per la città. A piazza Carità un gruppo di quattro ragazze è stato assalito da alcuni giovani malviventi. Le vittime, di età compresa tra i 22 e i 26 anni, sono state costrette a consegnare borse e cellulari: due di loro hanno provato a opporre resistenza, ma sono state picchiate dagli aggressori e costrette a ricorrere alle cure sanitarie. Trasportate al Vecchio Pellegrini se la sono cavata con ferite e contusioni guaribili in sette e cinque giorni.

Ma la giornata di paura non è finita: al Vomero una donna di 52 anni è stata aggredita da due malviventi che hanno provato a sottrarle la borsa. È accaduto in via Tino da Camaino, a pochi passi da piazza Medaglie d’Oro, nel quartiere collinare: due giovani a bordo di uno scooter si sono avvicinati alla donna e le hanno strappato via la borsa. La 52enne ha provato a resistere ma è stata trascinata a terra, procurandosi diverse ferite: sul caso indaga ora la polizia.

Nel tour della violenza non sono risparmiate neanche le forze dell’ordine: un funzionario di polizia è stato, infatti, accoltellato da un bulgaro in piazza Garibaldi. Il poliziotto era in auto insieme con un altro agente quando è intervenuto per sedare una rissa a cui partecipavano cinque persone: il funzionario è stato però colpito con un coltello dal bulgaro e ha riportato una ferita alla mano. Inoltre alcune persone presenti sul luogo hanno ostacolato il lavoro delle forze dell’ordine, favorendo la fuga degli altri partecipanti alla rissa.

Così soltanto Nicolov Krastev, l’uomo che ha ferito il poliziotto, è stato arrestato e portato nel carcere di Poggioreale: dovrà rispondere di violenza, resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e rissa aggravata. Nel corso dell’intervento è stato ferito anche l’agente che ha riportato una distorsione alla caviglia.