Scampia, blitz dei carabinieri: in manette il braccio armato dei ‘Vannella Grassi’

Ancora una risposta dello Stato alla nuova guerra di camorra che si sta combattendo a Scampia. Un blitz dei carabinieri ha di fatto sgretolato il braccio armato del clan camorristico ‘Vannella Grassi’: l’operazione compiuta questa notte dagli uomini del Comando Provinciale di Napoli nel quartiere Scampia ha portato al fermo di 14 persone, tra cui anche due minorenni.

I fermi sono scattati in seguito a due decreti emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia e dalla Procura dei Minori: secondo l’ipotesi degli investigatori gli arrestati sarebbero l’ala armata dei ‘Girati’, il gruppo camorristico contrapposto agli Abete e ai Notturno-Abbinante  nella faida  per il controllo delle piazze di spaccio di Scampia che nelle ultime settimane ha insanguinato le strade di Napoli.

La decisione di procedere con gli arresti è stata presa dopo che le indagini avevano mostrato la pericolosità del gruppo: l’accusa nei confronti delle 14 persone è di porto e detenzione illegale di armi, aggravati dal metodo mafioso. Durante il blitz che ha portato agli arresti, sono state sequestrate quattro pistole e 20 chilogrammi di hashish.

Le armi sono state ritrovate nel vano motore dell’ascensore di un edificio del lotto G di Scampia, mentre la droga, suddivisa in panetti di mezzo chilo e sistemata in un canestro di vimini, è stata lanciata da una finestra e recuperata dalle forze dell’ordine in strada. Grazie alle indagini condotte dalla forze dell’ordine, si è riuscito a risalire anche al ruolo svolto all’interno del gruppo dai due minorenni fermati nel corso dell’operazione : i due ragazzi avevano il compito di nascondere e trasportare le armi quando era loro richiesto.