Ztl e strisce blu a Chiaia: interviene il Governo

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti interverrà sulla Ztl e la riduzione delle strisce blu sulla Riviera di Chiaia e via Piedigrotta. Dall’inaugurazione del lungomare liberato sarebbero ben 200 i parcheggi persi, facendo aumentare le polemiche di residenti e commercianti. La questione è finita sotto la lente del Ministero proprio per un “ricorso gerarchico” dell’avvocato Massimo Mazzucchiello che rappresenta una cinquantina tra esercenti e privati. Tra i firmatari del ricorso figura anche Enzo Marinella, dell’omonimo marchio di cravatte, che già in passato si è dichiarato contrario su quanto deciso sulle strisce blu.

Dopo la Coppa America i residenti, in una zona già carente di posti auto, si sono visti ridurre i posti oltre quelli a pagamento, perché via Riviera di Chiaia è diventata a doppia corsia di marcia dopo l’entrata in vigore della ztl. Inoltre, è ancora aperto il cantiere per i lavori della metropolitana che ha necessitato la modifica dei parcheggi da spiga di pesce a paralleli al marciapiede.

Il Ministero ha chiesto a Palazzo San Giacomo di inviare le proprie contro deduzioni relative al ricorso presentato dai residenti e di intervenire in merito. A fine agosto è previsto anche un sopralluogo tecnico.