Napoli, l’Albergo dei Poveri a disposizione di diseredati e disagiati

Tornerà alla sua funzione originaria di rifugio per disagiati: il Real Albergo dei Poveri tornerà luogo per i poveri della città. Ad annunciarlo è stato il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris che ha parlato dell’imminente lancio di alcuni nuovi progetti per la struttura realizzata da Ferdinando Fuga.

L’antico edificio, attualmente in fase di restauro, ospiterà i senza fissa dimora, gli immigrati e i poveri della città: questa la destinazione pensata dal primo cittadino per la storica struttura di Piazza Carlo III, che entrerà a far parte del piano che l’amministrazione comunale sta mettendo a punto per i poveri della città e che prevede anche la realizzazione di tre nuove mense pubbliche.

De Magistris ha rimarcato come nonostante il taglio dei fondi di Governo e Regione, il Comune è riuscito a mantenere inalterato il bilancio per le politiche sociali: “Non abbiamo toccato i finanziamenti per le Politiche Sociali e nei prossimi giorni presenteremo le novità per Palazzo Fuga: una sarà un centro di accoglienza che sarà realizzato insieme a padre Alex Zanotelli“. Non sarà dato seguito quindi al progetto di Città dei Giovani messo in cantiere ai tempi della sindacatura Iervolino per l’edificio, voluto da Ferdinando III di Borbone che affidò la realizzazione del progetto a Ferdinando Fuga.