Piazza Municipio, scoperto uno scheletro nel cantiere della metropolitana

Macabra scoperta fatta questa mattina da alcuni operai al lavoro nel cantiere della metropolitana collinare di piazza Municipio a Napoli: nel corso degli scavi è, infatti, venuto alla luce uno scheletro umano. I lavoratori hanno immediatamente avvertito la Soprintendeza e le forze dell’ordine: lo scheletro era interrato nel fango e ad un esame superficiale presenterebbe alcune tracce di sangue.

Dopo i primi accertamenti effettuati, il personale della Soprintendenza ai beni architettonici ha datato il reperto tra il VII e l’ VIII  secolo dopo Cristo, in epoca alto-medievale. L’archeologa Daniela Giampaolo ha spiegato che lo scheletro è stato ritrovato ad una profondità di otto metri, in una tomba a fossa scavata nel terreno. Accanto allo scheletro non è stato rinvenuto alcun reperto e quindi l’archeologa afferma che “al momento non è possibile ipotizzare la presenza di una necropoli”. La stessa Daniela Giampaolo ha poi affermato che “si tratta di un ritrovamento importante” che però non desta particolare sorpresa visto che non costituisce una novità per un’area come quella di piazza Municipio.