Napoli, De Laurentiis a Lavezzi: “Non so se resterai, ma grazie di tutto Pocho”

Chi c’era racconta di un Lavezzi emozionato, senza quel sorriso che da sempre ha contraddistinto l’argentino: ‘l’ultima cena’ del Pocho si è consumata ieri a Villa D’Angelo, ristorante scelto dal Napoli per le feste di gruppo. Un’atmosfera strana quella che ha accompagnato gli azzurri nella serata che conclude una stagione, sperando di dover bissare la festa all’Olimpico: l’attenzione di tutti ovviamente è stata per Lavezzi, che come ogni star si è fatto attendere.

L’attaccante è stato l’ultimo ad arrivare accolto da qualche fischio e molti applausi dal centinaio di tifosi assiepati fuori dal ristorante: dentro però si è consumata la festa e il saluto di De Laurentiis ai calciatori. C’erano tutti, da Hamsik a Cavani, passando per Gargano e Zuniga, ma è stato a Lavezzi che si è rivolto il patron azzurro. Il presidente, microfono in mano, ha voluto ringraziare il Pocho: “Ti voglio ringraziare – le parole del patron – sei sempre stato sincero con i napoletani, con tutti noi. Non so se resterai, ma ti auguro il meglio per il futuro. Ti vogliamo bene tutti“.

Parole che hanno emozionato il calciatore, così come il coro “Resta con noi” intonato dai suoi compagni di squadra: per loro, per il presidente, soprattutto per i tifosi, Lavezzi smania dalla voglia di scendere in campo contro la Juventus. Mazzarri non ha ancora sciolto il ballottaggio tra lui e Pandev, ma il Pocho scalpita: se davvero sarà la sua ultima apparizione in maglia azzurra, vuole che sia indimenticabile. Dopo cinque anni di amore ha voglia di chiudere alla grande, regalando un trofeo a quella è stata la sua ‘gente’: il modo migliore per dirsi addio.