Comune di Napoli, avviso di condizioni meteorologiche avverse

Il Comune di Napoli invita i cittadini alla massima prudenza dal proprio sito web su cui ha diramato un bollettino di allerta meteo ed una nota in cui specifica:  La Protezione Civile comunica che, visto il bollettino emesso dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e dalla Sala Operativa Regionale di avviso di condizioni meteorologiche avverse, si prevede maltempo dalle prime ore di domenica 6 novembre e per le successive 24-36 ore.

I fenomeni meteorologici previsti nella giornata di oggi: precipitazioni diffuse e intense, che possono assumere localmente caratteri di forti rovesci e temporali, causando ridotta visibilità soprattutto sulle zone montuose; venti meridionali forti e raffiche nelle zone temporalesche; mare agitato e molto agitato durante i temporali e lungo la fascia costiera.

A causa del peggioramento delle condizioni atmosferiche sull’intero territorio, la Protezione Civile Regionale ha allertato anche gli enti locali su possibili rischi idrogeologici connessi al maltempo, invitando i comuni a monitorare l’evolversi della situazione, mettendo a disposizione sulla stessa pagina del Comune le misure di autoprotezione da adottare in caso di alluvione e in caso di frana, indicazioni scaricabili in formato PDF.

Si avvisa anche che, tra le precauzioni che potrebbero rendersi necessarie, è l’eventuale chiusura in emergenza e fino a cessate esigenze della corsia sinistra del sottopasso Claudio, ossia il tunnel inferiore che conduce allo stadio San Paolo, dove stasera si giocherà l‘attesissimo match Napoli-Juventus: l’interdizione non riguarderà invece la corsia destra del sottopasso, ossia il tunnel superiore, lungo il quale i veicoli potranno circolare per raggiungere piazzale Tecchio.

Dopo l’alluvione di Genova, che ha devastato interi quartieri cittadini e provocato sei vittime, le polemiche seguite alla disgrazia, con tanto di contestazione al sindaco Marta Vincenzi e l’istruzione di un’inchiesta da parte della procura per omicidio colposo plurimo e disastro colposo, per ora a carico di ignoti, e vista anche la particolare orografia del nostro territorio, in cui già si è avuto esperienza di vari disastri franosi (vedi Sarno), quest’invito alla prudenza era davvero doveroso.

E’ opportuno infatti ricordare il parere degli esperti:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=gl0imPc5PTM[/youtube]