Incidente a Pianura: morti due giovani fidanzati

Giovanni Maglione, 27 anni, e Anna Solovei, giovane di nazionalità ucraina di 23 anni, sono morti ieri sera, poco dopo le 21, in un gravissimo incidente stradale in cui è rimasta coinvolta la moto sulla quale viaggiavano, un’Honda Transalp 600, e un’auto, una Mercedes classe B, il cui conducente è rimasto ferito. Lo scontro frontale è avvenuto in via Cannavino a Pianura, per uno sbandamento della moto che procedeva verso via Comunale Marano e che avrebbe invaso la corsia di marcia opposta mentre vi transitava la Mercedes. Morti sul colpo i due giovani, sbalzati a circa venti metri lontano dal punto d’impatto, avvenuto presso l’incrocio con via Evangelista Torricelli, mentre l’automobilista, trasportato immediatamente in ospedale in seguito ad un malore, ha riportato ferite e piccole fratture giudicate guaribili in dieci giorni. Nessuna responsabilità per lui, nè il comportamento vile da pirata della strada, dileguatosi subito dopo l’impatto, che gli era stato erroneamente attribuito dalle prime cronache sull’accaduto. Sembra invece che Maglione procedesse a velocità sostenuta, tale da fargli perdere il controllo del mezzo, come rilevato dai primi controlli della Polizia Municipale, che ha anche rinvenuto i caschi dei due motociclisti con i cinturini allacciati: particolare, questo, che induce a ritenere che i due caschi non fossero indossati, ma portati a braccio.

Un comportamento imprudente, dunque – almeno a quanto risulta dalla prima ricostruzione e dai segni lasciati sull’asfalto dalla moto – che è costato la vita a Giovanni, residente a Pianura, e alla sua compagna, venuta a vivere in Italia da appena quattro giorni. Giovanni lascia un figlio piccolo, di poco più di un anno, nato da un’esperienza matrimoniale fallita, mentre Anna lascia la madre, anche lei ucraina e a sua volta compagna del padre di Giovanni: le loro salme sono state trasportate al II Policlinico. Il conducente della Mercedes, 25 anni, è anch’egli residente nel quartiere di Pianura.