I tre giorni dell’Officina Teatro: dal 27 Maggio la rassegna “Invisibili”

Officina Teatro, centro teatrale e laboratoriale che sorge a San Leucio (Caserta) organizza una rassegna teatrale, la cui tematica portante è “La Pazzia”, un tema che da Shakespeare a Pirandello ha sempre caratterizzato le grandi opere: pensiamo ad Amleto, a Enrico IV, personaggi rimasti storici nella storia teatrale. La rassegna si chiama “INVISI-bili, percorsi inversi dal manicomio alla riconquista della vita”: c’è spazio per mostre, dibattiti, seminari spettacoli ma soprattutto l’evento è dedicato a “Loro”. I “Loro” sono un gruppo di pazienti psichiatrici gravi che hanno preso parte al laboratorio teatrale diretto da Michele Pagano, regista e attore teatrale. “Loro” sono cresciuti tanto, come afferma Pagano, che non vede l’ora di vedere la performance del laboratorio che chiuderà la rassegna e si è così espresso alla presentazione dell’evento:“All’inizio c’era un’atmosfera difficile: sguardi bassi, paura e diffidenza. Mi chiedevo come avremmo cominciato…. poi è scattato quel qualcosa e un’atmosfera così sommessa è stata riscaldata da abbracci e sorrisi”. E’ la magia del teatro, un clima di arte e di sentimento che si respira nell’aria non appena comincia il gioco e si entra in scena.

Prima di calcare le scene, però, venerdì ci sarà un’apertura sorprendente a cura di Antonio Fortarezza: si tratta di un allestimento multimediale che propone un viaggio virtuali dei sensi, soprattutto del sesto senso, un viaggio per arrivare alla contenzione del malato che si esprime attraverso i gesti, il corpo, i volti, gli sguardi, con un forte desiderio silenzioso di volerci essere sempre.Voci, musiche, suoni e rumori creano un percorso fotografico e sonoro alla scoperta di ciò che non si vede, ma che solo la sensibilità può cogliere, far sbocciare e vibrare.

L’appuntamento con la rassegna è da venerdì 27 Maggio a domenica 29 Maggio presso L’Offincina Teatro, e la voce più alta di tutte sarà quella dell’arte, che da spazio ad un tema difficile e scottante come la malattia mentale che spesso viene surclassato, quasi spaventasse. Eppure esiste ed uno spazio ampio va dato anche a chi ne è vittima, perchè li si possa chiamare non più “Loro” ma “Noi”.


L’Officina Teatro è uno spazio di arte e sperimentazione che ha natali e radici a San Leucio in provincia di Caserta: la struttura indipendente di 90 posti che nasce sul suolo che in tempi passati sorreggeva una fabbrica. Ma la vera novità è a gestione dello spazio:lo spettatore può ritrovarsi in qualsiasi angolazione per vivere al meglio la suggestione del teatro una volta da protagonista e una volta da spettatore.

Sul sito www.officinateatro.com potete visualizzare il programma completo della rassegna e avere ulteriori informazioni su spettacoli e programmi.