Internet Wi-Fi: al 72% in Campania, gratis al centro storico di Napoli

zone wifi napoli
La Campania sempre più a banda larga, con il 72% di copertura internet wi-fi.

Uno studio pubblicato su www.innovazione.regione.campania.it parla di 303 comuni su 551 ad essere digital divide. Ci sono, cioè, ancora alcune zone della regione a non poter usufruire dell’attivazione dei servizi internet wifi, ma i dati globali sarebbero comunque positivi: la Campania è coperta al 72%.

La statistica è stata eseguita attraverso un form web che ha visto coinvolte numerose società di telefonia fissa e mobile, con i diversi operatori che del settore internet e satellite. Il 9% delle zone ancora scoperte si trova nella Provincia di Napoli, il 15% in quella di Caserta, il 19% in quella di Benevento, il 23% in quella di Avellino, e il 43% in quella di Salerno.

guido trombetti

L’assessore alla Ricerca Scientifica della Regione Campania, Guido Trombetti, si augura che vi siano “interventi in grado si sviluppare infrastrutture capaci di promuovere il progresso. È stato fatto con strade, ferrovie e corrente elettrica in ogni angolo, anche quello più isolato. Oggi bisogna attivarsi per diffondere le connessioni veloci al mondo di Internet”.

Si accoda al progetto per rendere internet fruibile a quanti più cittadini possibili il Comune di Napoli, che lancia un’interessante iniziativa: internet gratis per tre ore nelle zone del centro storico. Basterà, infatti, inserire il proprio numero di cellulare sul sito del Comune di Napoli per ricevere un sms con username e password con cui accedere al servizio. La prima zona a copertura internet wi-fi gratuito sarà piazza Bellini, ma il servizio si estenderà in tutte le facoltà universitarie, in piazza Dante e piazza Municipio.

In conclusione, Trombetti spera nel reale traguardo futuro: “Se non ci saranno intoppi negli iter amministrativi e soprattutto se tutti continueranno a sostenere l’iniziativa ritenendola una priorità per il nostro territorio, nei prossimi tre anni raggiungeremo il traguardo della copertura del territorio al 100 per cento”.