Avellino, tragedia nei campi: 75enne muore travolto dal trattore

In provincia di Avellino un agricoltore è morto mentre lavorava nei campi. Ancora da chiarire le cause e le dinamiche dell’incidente.

Avellino
Tragedia in provincia di Avellino (Foto di analogicus da Pixabay )

Una vera e propria tragedia è avvenuta oggi a Chiusano San Domenico, in provincia di Avellino. Un 75enne agricoltore stava lavorando nei campi quando, secondo le prime ricostruzioni, è stato travolto dal suo trattore che si è capovolto. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 che hanno provato a soccorrerlo.

Leggi anche-> Acerra, scacco ai clan: 26 arresti e piazze di spaccio smantellate

I soccorsi però si sono rivelati del tutto inutili. L’uomo infatti non ce l’ha fatta ed è morto. Adesso bisognerà capire qual è stata la causa dell’incidente, in modo da ricostruirne fedelmente la dinamica. Gli inquirenti sono già al lavoro per svolgere le prime indagini.

Avellino, indagini in corso degli inquirenti

Avellino
Inutili i soccorsi dei sanitari (Foto di Elsemargriet da Pixabay)

Sul posto si sono recati anche i Carabinieri della compagnia di Montella. I militari cercano ora di capire e trovare indizi che possano aiutare a ricostruire la scena. Secondo le prime ricostruzioni il mezzo si sarebbe ribaltato a causa di un dislivello o di una manovra azzardata. Per questo il pubblico ministero ha preferito non disporre l’autopsia. Non è il primo incidente del genere che si verifica in Campania. Qualche mese fa a Tufo, sempre nell’avellinese, un uomo ha riportato gravi conseguenze.

Leggi anche-> Denise Pipitone, l’ex Pm Angioni: “Non ritratto, voglio il processo”

L’uomo originario della provincia di Benevento è morto anch’egli a causa del ribaltamento del veicolo. Anche qui le cause dell’incidente sono da ricondurre ad una manovra azzardata. La situazione quindi pare diffusa e gli incidenti sul lavoro continuano a verificarsi. Sono incidenti infatti che si verificano con una certa ciclicità, specialmente nel periodo estivo. Ad aggravare la situazione è il fatto che molti lavoratori sono da soli nelle campagne, rendendo quindi difficoltosi i soccorsi. Molte volte infatti l’ambulanza arriva con estremo ritardo, quando ormai diventa difficile recuperare una situazione critica. Si spera che questi episodi possano non ripetersi in futuro.