Harry Potter e Friends al bando, non si potranno più vedere: il motivo

La saga di Harry Potter e la serie di Friends sono state messe al bando e non si potranno più vedere: il motivo.

Harry Potter
La saga di Harry Potter (via social)

In questi giorni Parlamento ungherese ha approvato il disegno di legge che vieta la promozione dell’omosessualità ai minori. Un provvedimento presentato da Fidesz, il partito del Primo ministro Viktor Orbán. Una proposta risalente alla scorsa settimana e fortemente criticata da Amnesty International e considerata da Human Rights Watch un attentato ai diritti della comunità Lgbtq. Il provvedimento ha ottenuto ben 157 voti favorevoli e un solo contrario. Nel testo del disegno di legge vengono presentate anche le motivazioni di questa proposta. “Al fine di garantire la protezione dei diritti dei bambini, la pornografia e i contenuti che raffigurano la sessualità fine a se stessa o che promuovono la deviazione dall’identità di genere, il cambiamento di genere e l’omosessualità non devono essere messi a disposizione delle persone di età inferiore ai diciotto anni”.

LEGGI ANCHE >>>Iliad, problemi con le nuove offerte: che danno ai clienti!

Viktor Orbán e il suo partito cercano consensi in vista delle future elezioni legislative attraverso questa durissima legge omofoba. Lunedì sera oltre 5mila persone si erano radunate di fronte al palazzo dell’assemblea legislativa. Una protesta sollevata contro il grave limite imposto alla libertà di espressione e i diritti dei bambini. Dunja Mijatovic, Commissaria per i diritti umani del Consiglio d’Europa, ha invitato a “vigilare contro tentativi di introdurre misure che limitano i diritti umani o stigmatizzano alcuni membri della società. La Commissaria ha poi affermando che “la legge contrasta con gli standard internazionali ed europei”.

Harry Potter e Friends al bando: cosa sta succedendo

Harry Potter
I protagonisti di Friends (via social)

Il partito Fidesz sostiene che tale iniziativa sarebbe volta a proteggere i minori dalla pedofilia. Nel testo si legge, inoltre, che le lezioni di educazione sessuale “non dovrebbero essere finalizzate a promuovere la segregazione di genere, il cambiamento di genere o l’omosessualità”. Il nuovo disegno di legge che non permette pubblicità, film o libri che promuovono l’accettazione della comunità omosessuale in Ungheria attraverso il racconto di dinamiche di amore omosessuale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, tornano i pullman notturni: il programma per Metro, bus e funicolari

Il canale televisivo RTL Klub Hungary, infatti, ha fatto sapere che film o saghe come Il diario di Bridget Jones, Harry Potter, Billy Elliot, Friends, e A normal family, saranno trasmessi solo in seconda serata col il divieto di visione ai minorenni. Una censura che vieta, secondo quanto detto dai sostenitori, “la propaganda all’ideologia lgbt+, malata, malsana e nemica del cristianesimo e dei valori della Nazione”.