Napoli, furto ai malati di Covid al Vecchio Pellegrini: cos’è successo

I carabinieri di Napoli indagano su un furto ai danni dei malati di Covid al Vecchio Pellegrini. Indagine interna anche per l’Asl Napoli 1. 

Napoli furto covid Pellegrini
Indagine dopo i vari furti nel nosocomio Napoletano (via Facebook)

I carabinieri di Napoli stanno indagando per un furto ai danni dei malati di Covid all’ospedale Vecchio Pellegrini nel capoluogo campano. Infatti l’ultimo episodio è avvenuto appena due giorni fa, la vittima era un’anziana signora. Stando alle prime indiscrezioni, i responsabili potrebbero essere dei dipendenti di una società privata di trasporto ammalati.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Poggioreale, giovane detenuto si suicida: aveva 23 anni

Inoltre anche l’Asl Napoli 1 ha deciso di aprire un’indagine interna per incastrare gli autori dei vari furti registrati negli ultimi giorni. Infatti proprio uno dei dipendenti della società privata di trasporto ammalati è stato fermato. Ma all’arrivo dei carabinieri non è stata trovata alcuna refurtiva. Andiamo quindi a vedere cosa sta succedendo.

Napoli, furto ai malati di Covid al Vecchio Pellegrini: le indagini

Ponticelli
I Carabinieri indagano sui forti all’interno del nosocomio (Foto: Pixabay)

I carabinieri stanno quindi indagando sui possibili responsabile. Il primo uomo fermato, però, non è stato trovato in possesso della refurtiva. Quello di venerdì sera, però, non è stato l’unico nosocomio ai danni dei ricoverati. La cosa che fa rabbia ai presenti è proprio il periodo delicato che sta vivendo il paese, che con difficoltà sta finalmente uscendo dalla crisi pandemica.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccini ai maturandi, la Campania apre oggi le prenotazioni: cosa fare

Per questo motivo i presenti all’interno del Vecchio Pellegrini chiedono maggiore sorveglianza all’interno del nosocomio. La richiesta è quella di ingressi contingentati e controllati. E’ evidente che al Vecchio Pellegrini ci sia un problema di fondo. Per questo motivo l’Asl di Napoli 1 ha comunicato che proseguirà con la sua indagine interna. Nei prossimi giorni, quindi, si proverà ad incastrare i responsabili dei furti degli ultimi giorni.