WhatsApp, nuovo pericolo per gli utenti: Google prende provvedimenti

Spunta un nuovo pericolo per tutti gli utenti di WhatsApp. Stavolta c’è voluto l’aiuto di Google per bloccare il tutto: andiamo a vedere cosa succede.

WhatsApp pericolo
Nuovo pericolo sull’applicazione di messaggistica (via Screenshot)

Un nuovo malware attacca WhatsApp e mette gli utenti in pericolo nuovamente. Stavolta il virus che stava circolando nelle chat riguarda solamente i device Android. Infatti dei cybercriminali, spacciando un app per Netflix, riuscivano ad entrare negli smartphone degli utenti dell’applicazione di messaggistica, mettendo a repentaglio i dati sensibili. Inoltre tale worm è in grado di di diffondersi automaticamente dopo il download.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Iliad, in arrivo offerte imperdibili per la Fibra: i dettagli

Il nuovissimo Malware è stato scoperto dai ricercatori del Check Point Research. Infatti i malintenzionati spacciavano la loro applicazione con il logo di Netflix, promettendo addirittura due mesi di servizio gratuito per gli utenti. Chiunque effettui il download, scatenerà una terribile reazione a catena, pronta a colpire i contatti in rubrica.

Infatti il malware è in grado di:

  • Diffondere ulteriore malware tramite link dannosi;
  • Rubare credenziali e dati dagli account WhatsApp;
  • Condividere messaggi fake o pericolosi ai contatti e ai gruppi WhatsApp.

WhatsApp, il pericolo non arresta gli aggiornamenti: arrivano i nuovi stickers

WhatsApp novità
Tutti gli sticker dedicati alla campagna vaccinale (via Screenshot)

Nonostante i numerosi pericoli presenti sull’applicazione, WhatsApp tira dritto con uno sguardo verso un futuro sempre più luminoso. L’applicazione, infatti, è pronta a far debutare il pacchetto di stickers denominato ‘Vaccines for all‘, che debutteranno sia su iOS che su Android. Stando all’ultimo comunicato da Menlo Park, il parchetto servirà per omaggiare chi ha lottato in prima linea contro la pandemia, ma anche per sensibilizzare sulla campagna vaccinale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Android, finto aggiornamento ruba i dati: cosa succede e come proteggersi

In questi mesi, l’applicazione del gruppo Facebook ha collaborato con oltre 150 governi statali, nazionali e locali, oltre che associazioni come Unicef e Oms. Ovviamente l’obiettivo della nuova collaborazione con l’Oms è quello di fornire giuste informazioni sulla pandemia, per evitare il proliferare di fake news. Già durante il 2020, in occasione del primo lockodown, WhatsApp fece sbarcare il pacchetto di stickers chiamato ‘Insieme a casa‘, includendo così riferimenti alla quarantena, ma soprattutto sensibilizzando sul distanziamento sociale.