Luca Ward: “La malattia di mia figlia si è aggravata a causa della pandemia”

Luca Ward ha raccontato qual è la sindrome di cui soffre la figlia di undici anni e dei problemi legati al Covid-19

Luca Ward
Luca Ward ha raccontato della grave malattia della figlia (foto Facebook)

Del noto attore e doppiatore Luca Ward non si sa molto della propria vita privata. Uno dei volti più amati e conosciuti per piccolo schermo, in un’intervista al Corriere della Sera ha aperto le porte degli aspetti personali e ha raccontato la storia della figlia Luna. Già una decina di giorni fa, in occasione del suo sessantesimo compleanno, rivelò a Verissimo che la figlia è affetta dalla sindrome di Marfan.

Al giornale milanese ha raccontato quali sono state le difficoltà nell’affrontare una cosa così brutta in un periodo altrettanto difficile come la pandemia che non gli ha permesso di curare la figlia.

Proprio il Covid e la ricerca sul vaccino ha spinto l’attore a parlare, d’accordo con la moglie Giada Desideri e la ragazza che ha undici anni, “perché la pandemia ci ha fatto capire che l’accelerazione sulla ricerca è possibile“, ha dichiarato. I vaccini sono stati trovati in poco tempo grazie a grandi investimenti economici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Svegliati amore mio, la puntata finale: trama e anticipazioni

Luca Ward, cos’è la sindrome di Marfan che ha colpito la figlia

Luca Ward (screen YouTube)

La figlia Luna combatte con la malattia da nove anni. La sindrome di Marfan riguarda l’apparato scheletrico e parlarne ha il fine di mostrare come la ricerca, con le giuste risorse, può portare a grandi risultati. Come per altre malattie, però, la pandemia ha rinviato accertamenti e cure. La situazione della figlia si è aggravata. È in cura a Lione e a marzo dello scorso anno Ward e la famiglia non sono potuti andare in Francia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rai Uno, il programma pomeridiano non andrà più in onda: il motivo

La curvatura della schiena è al 68%, prima era al 32%, ha dichiarato. Lo stop alle cure ha causato l’aggravamento. A Verissimo aveva raccontato di aver reagito male quando scoprirono la malattia mentre la moglie, anche lei attrice, ha preferito rinunciare alla carriera per stare vicino alla figlia.