WhatsApp, addio ad Apple: cos’è successo

WhatsApp dice nuovamente addio ad Apple, tra lo stupore di diversi utenti. Andiamo a vedere quali sono gli smartphone coinvolti nell’operazione.

WhatsApp addio Apple
Nuovo addio per l’app di messaggistica più famosa al mondo (via WebSource)

WhatsApp torna ad aggiornare i suoi requisiti minimi per smartphone, dicendo nuovamente addio a nuovi device Apple. Infatti dai prossimi giorni l’applicazione di messaggistica non sarà più utilizzabile per tutti device iOS 9. Questo processore Apple in particolare è utilizzato esclusivamente su iPhone 4s, l’ultimo smartphone della mela morsicata a non supportare la versione iOS 10.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vodafone, aggiornamenti e modifiche sulle offerte di marzo: info e costi

Quindi per chiunque sia in possesso di iPhone 4s sarà impossibilitato ad utilizzare WhatsApp e dovrà munirsi di un nuovo smartphone a partire dall’iPhone 5 o 5C. Infatti lo smartphone in questione è stato lanciato nel lontano 2011 e fu il primo ad introdurre l’intelligenza artificiale nota come Siri. Inoltre è uno smarphone dotato solamente di internet 2G o 3G e con il presto passaggio a 5G, capirete che risulta oramai un device obsoleto.

WhatsApp, non solo addio ad Apple: diverse novità in arrivo

WhatsApp messaggi vocali novità
Sul colosso di messaggistica istantanea spunta una grande novità (via WebSource)

Ma WhatsApp non sta solamente rinnovando i requisiti per usufruire dell’applicazione di messaggistica, ma sta anche cercando di introdurre altre novità per aggiornare il proprio servizio. Infatti sulla Beta dell’applicazione, a breve, dovrebbero sbarcare i messaggi a doppia velocità, con gli utenti pronti a dire addio agli audio troppo lunghi. Infatti il tool verrà “copiato” da Telegram e permetterà agli utenti di ascoltare il messaggio al doppio della velocità. A lanciare la novità, ancora una volta, ci ha pensato il portale specializzato WABetaInfo, con un tweet che ha scatenato la gioia degli utenti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, come essere online senza modificare ultimo accesso: nuovo trucco

In molti chiedono però l’entrata imminente dell’aggiornamento, visto le ultime promesse non mantenute dall’app di messaggistica. Infatti sta tardando ad arrivare la funzione multi-device. Ma non solo, WhatsApp è pronta a lanciare altre novità nel futuro prossimo. L’obiettivo è recuperare gli utenti persi a causa dell’aggiornamento dei termini di servizio. Infatti si avvicina il 15 maggio, la data stabilita dagli sviluppatori per l’obbligo della condivione dei dati con Facebook, scelta che proprio non è andata giù all’utenza.