Latina, prostituzione e festini nel cimitero: 11 arresti e 15 indagati

Latina, prostituzione e festini in un appartamento all’interno del cimitero. Operazione dei carabinieri: ci sarebbero anche politici

latina prostituzione cimitero
All’alba il blitz dei carabinieri nell’inchiesta su prostituzione e festini a Sezze, in provincia di Latina

Feste a luci rossi e minorenni con lo scenario di un cimitero. Non è l’ambientazione di un romanzo poliziesco ma la realtà che emerge da un’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Latina e dal Comando Provinciale dei carabinieri.

Il Gip del Tribunale ha emesso l’ordinanza di undici arresti mentre quindici sono le persone indagate nell’inchiesta Omnia 2. Al centro delle indagini un giro di festini a luci rosse e prostituzione in un’abitazione all’interno del cimitero di Sezze, in provincia di Latina.

Delitti contro la Pubblica Amministrazione, la pietà dei defunti e contro la persona sono i vari reati ipotizzati che vede coinvolto anche il custode del cimitero, coinvolto in un’altra inchiesta di prostituzione da cui è scatto il filone che ha portato all’operazione di questa mattina all’alba.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stop AstraZeneca, nessun legame tra morti e vaccino: i dati delle autopsie

Latina, inchiesta partita da una precedente del 2015

Volante dei carabinieri (Getty Images)

Dalle prime informazioni che sono trapelate nella vicenda sono coinvolti dipendenti pubblici, titolari di agenzie funebri ma anche politici.

Come riporta latinatu.it in una perquisizione a casa del custode, Fausto Castaldi, avvenuta nel luglio 2019 fu scoperta una piscina abusiva nell’ambito dell’inchiesta sulla prostituzione minorile che ha avuto inizio nel 2015.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, nonno uccide nipote per sbaglio: condannato a tre anni di carcere

Secondo le indagini l’uomo sarebbe coinvolto in quanto accompagnatore di ragazze a Roma per far prostituire, attività che sarebbe avvenuta anche nel proprio appartamento del cimitero comunale. Con Omnia 2 l’inchiesta si è allargata e vede coinvolte anche altre persone.