Salerno, muore a 17 anni per bronchite: il tampone è negativo

Muore a Salerno un ragazzo di 17 anni dopo il ricovero per bronchite. Il tampone al ragazzo è risultato negativo al Covid-19. 

Salerno muore bronchite
Il tragico episodio nel salernitano (Getty Images)

Muore a Salerno un ragazzo di 17 anni, dopo aver contratto una violente bronchite. Raffaele Coppola, 17enne di Castiglione del Genovesi (Salerno), ha esalato l’ultimo respiro ieri mattina, mettendo sotto shock l’intera comunità locale. In questi giorni, infatti, parenti ed amici hanno sperato in una ripresa del giovanissimo ragazzo che purtroppo non è arrivata. Infatti, in molti, pensavano fosse un’influenza molto aggressiva, ma i medici hanno subito diagnosticato una bronchite.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Ambasciatore italiano morto in Congo: vittima anche un carabiniere

Stando alle prime indiscrezioni, il ragazzo si era ammalato pochi giorni fa subendo diversi episodi di dispnea e generali difficoltà a respirare. Così i familiari, preoccupati, hanno deciso di chiamare un’ambulanza. Al momento non è chiaro se il trasporto in ospedale sia per volontà dei genitori o per l’aggravarsi delle condizioni del ragazzo. Tra i sintomi accusati dal 17enne anche una fortissima febbre, sintomo che ha fatto pensare al Covid.

Salerno, lutto per la morte del ragazzo colpito da bronchite: le indiscrezioni

Salerno morte bronchite
Le ultime ore di vita del ragazzo (Getty images)

Come abbiamo anticipato, i genitori di Raffaele l’hanno sottoposto al tampone per verificare la positività al Covid-19. Però il tampone è risultato negativo, con la bronchite che è stata la vera causa di morte. Ai soccorritori del 118, quindi non è rimasto che annunciare il decesso del giovanissimo ragazzo.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Bonus Vacanze, rinnovato per il 2021: come funziona e dove spenderlo

Raffaele Coppola frequentava il terzo anno indirizzo scientifico, del Liceo Classico De Sanctis. La notizia ha messo sotto shock l’intero istituto, con i compagni di classe che gli hanno dedicato una lunga e commovente lettera d’addio. Profondo il dolore anche dell’intera comunità di Castiglione, visto che la famiglia Coppola è molto conosciuta nella provincia salernitana.

Inoltre accertata l’evoluzione degli eventi, le forze dell’ordine non hanno ritenuto necessario avviare le attività di investigazione. La salma di Raffaele è rimasta libera a casa, condivisa con la madre, il padre e la sorella. Inoltre oggi sono stati osservati i funerali in forma strettamente privata alla chiesa di San Michele Arcangelo.