Stefano Tacconi, rivelazione choc: “Non so quanto mi resta da vivere”

L’ex portiere della Juventus, Stefano Tacconi lancia una rivelazione choc, annunciando di non sapere quanto gli resta da vivere: le sue parole.

Stefano Tacconi choc
Le parole dell’ex portiere a Pomeriggio Cinque (Screenshot)

La puntata di ieri di Pomeriggio Cinque ha lasciatto a bocca aperta tutti i telespettatori, specialmente dopo le dichiarazioni choc di Stefano Tacconi. L’ex portiere di Juventus e Nazionale ha infatti rilasciato un’intervista intima a Barbara D’Urso, conduttrice di punta del panorama Mediaset. Ai microfoni Mediaset, Tacconi ha aperto il cuore raccontando uno dei momenti più bui della sua vita.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Belen in dolce attesa: la showgirl rivela nome e quando nascerà

L’obiettivo dell’ospitata, però, era uno solo: rispondere ad una lettera della moglie pubblicata sul settimanale Di Più. Infatti proprio la coniuge dell’ex portiere ha minacciato di lasciarlo in caso di firma ad una proposta per allenare in Cina. Nello studio Mediaset è subito calato il gelo dopo alcune dichiarazioni importanti di Tacconi. Andiamo quindi a vedere le sue parole che hanno lasciato a bocca aperta Barbara D’Urso, ospiti e spettatori a casa.

Stefano Tacconi choc: “Ho rischiato di rimanere sulla sedia a rotelle”

stefano tacconi choc
La precedente intervista della moglie di Stefano Tacconi (via Screenshot)

Le parole di Stefano Tacconi hanno fatto scendere il gelo in studio. Infatti l’ex portiere ha affermato: “Non so quanto mi resta da vivere“, riportando anche uno degli incidenti che ha rischiato di farlo rimanere sulla sedia a rotelle. Inoltre l’ex portiere sembra essere colpito dalla scomparsa di alcuni suoi amici, morti prematuramente.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Troppo caffè riduce la materia grigia nel cervello: lo studio

Di tutta risposta Barbara D’Urso ha cercato di riportare la quiete in studio affermando che la vita è lunga e bisogna non pensarci. La conduttrice ha chiesto se poi fosse il caso di andare ad allenare in Cina. Di tutta risposta Tacconi ha poi ribattuto: “Io spero di vivere più a lungo possibile ma un anno e mezzo fa sono stato operato alla schiena, a due vertebre. Avevo problemi al disco“.

Inoltre gli stessi medici dell’allenatore hanno affermato che senza operazione sarebbe rimasto sula sedia a rotelle. Da quel momento in poi il portiere ha iniziato ad avere paura, iniziando a farsi domande su quanto gli rimanesse da vivere. Poi ha concluso affermando che molto probabilmente accetterà l’incarico in Cina, partendo da solo, anche senza la moglie ed i suoi quattro figli.