Napoli, crolla cornicione: paura a Chiaia. Ci sono danni

Napoli, crolla cornicione in via Fiorentine a Chiaia: pezzi di cornicione su un auto parcheggiata. In frantumi il parabrezza

Napoli
Foto Facebook Mariarco Sigillo

Paura questa mattina nel quartiere napoletano Chiaia. In vico delle FIorentine a Chiaia è crollato il cornicione di un palazzo. I calcinacci sono caduti su un’auto parcheggiata ed hanno distrutto il parabrezza. Fortunatamente non ci sono feriti.

La notizia è stata lanciata su Facebook da un utente che ha postato le foto nel gruppo Cittadinanza attiva in difesa di Napoli “Lucio Mauro”. Sul gruppo è subito scattata la discussione sulle condizioni dei palazzi di Napoli. Lo stesso autore del post ha scritto che lavora vicino al luogo dell’incidente e che quella facciata è stata rifatta solo otto anni fa.

Napoli, cornicioni crollati: un anno e mezzo fa una vittima a via Duomo

Napoli cornicione crollato Chiaia
Foto Facebook Mariarco Sigillo

Non sono pochi purtroppo gli eventi simili che negli ultimi anni si sono verificati a Napoli, in alcune casi con delle vittime. I motivi sono vari, dalle forti piogge che imperversano nel periodo invernale alla scarsa o totale assenza di manutenzione degli edifici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto Emanuele Macaluso, storico dirigente del partito comunista

Gli episodi più vividi nella memoria collettiva di Napoli riguardano purtroppo due casi sono ci sono state delle vittime. Nel 2014 morì Salvatore Giordano, 14enne che stava passeggiando con degli amici in via Toledo. Un calcinaccio si staccò dall’ingresso della Galleria Umberto I.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, blitz anticamorra: 15 misure contro il clan D’Ausilio

L’ultimo episodio risale a circa un anno e mezzo fa. In via Duomo, nel giugno 2019, il commerciante Rosario Pasolino, di 66 anni, rimase ucciso da un pezzo di cornicione. Stava andando a lavoro nel suo negozio.