Coronavirus, il bollettino del 28 dicembre: 8.585 contagiati e 445 morti

La Protezione Civile, come di consueto, ha riferito i dati in merito alla diffusione del Coronavirus in Italia: il bollettino del 28 dicembre.

Coronavirus bollettino 28 dicembre
Protezione Civile (via WebSource)

In Italia, ieri, ha avuto luogo un evento simbolico. Gli operatori sanitari, in tutte le regioni del nostro paese, hanno somministrato le prime dosi del vaccino Pfizer Biontech. Una data che, per molti, rappresenta il punto di svolta. I candidati scelti per le iniezioni hanno parlato del primo passo verso la fine del periodo buio iniziato quasi un anno fa.

Nel frattempo, però, il Covid-19 non arresta il suo corso e continua a diffondersi. La curva non ha ancora subìto una radicale discesa in Italia. In Veneto ha addirittura ripreso a crescere. Il segnale è chiaro: non ci si può distrarre nella battaglia contro il virus. Si rischia di perdere terreno recuperato a fatica con tante restrizioni, ma anche molte vite umane. I decessi quotidiani, infatti, continuano a far registrare numeri molto alti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino, Sileri contro medici e infermieri restii: “Hanno sbagliato mestiere”

Coronavirus, il bollettino del 28 dicembre nel dettaglio

Coronavirus bollettino 28 dicembre
Il bollettino del 28 dicembre nel dettaglio (Protezione Civile)

Coronavirus, bollettino di oggi:

• 8.585 contagiati
• 445 morti
• 14675 guariti

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, l’Ue assicura: “Dosi ai paesi in base alla popolazione”

Le strutture ospedaliere, nelle ultime 24 ore, hanno analizzato 68.681 tamponi. Si nota, quindi, un calo del tasso di positività: 12,5% (-2,4%). Rispetto al numero di ingressi di pazienti degli ospedali si nota un aumento rispetto a ieri. C’è un +361 per ciò che concerne i ricoveri ordinari. Nelle terapie intensive, invece, si riporta un calo seppur minimo: -15. La speranza, in particolar modo da ieri, è riposta in larga parte nella vaccinazione.