Gattuso: cos’è la miastenia, la malattia del tecnico del Napoli

Gattuso parla della miastenia, la malattia dell’occhio. Nel post gara con il Torino si rivolge ai giovani che soffrono per il loro aspetto

gattuno miastenia
Getty Images

Ieri il suo Napoli a acciuffato il Torino al 92′ con un bel gol di Lorenzo Insigne. A fine gara però il tecnico Gennaro “ringhio” Gattuso non si è limitato a parlare solo della gara appena conclusa. Tutti hanno notato che nelle ultime partite l’allenatore in panchina aveva un problema all’occhio destro.

A Sky Ha spiegato che soffre di una malattia autoimmune all’occhio, la miastenia. “Sono dieci giorni che non sono me stesso” ha detto, volendo rivolgere un messaggio a tutti quei ragazzi a cui non piace ciò che vedono allo specchio.

La vita è bella e bisogna affrontarla senza paura, senza nascondersi” ha detto ai giovani. Sono dieci anni che soffre di questo problema ed è la terza volta che lo colpisce, solo che ora la malattia l’ha fatto in modo più forte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maradona, nuova autopsia sul corpo del Pibe de Oro: i risultati

H2

La miastenia è un indebolimento e quindi un veloce affaticamento dei muscoli volontaria. Una delle cause è quando c’è un problema nella comunicazione tra nervi e muscoli. In pratica una produzione di anticorpi va ad inibire l’attività dei recettori che consentono il corretto funzionamento e movimento dei muscoli.

Purtroppo non c’è cura definitiva ma esiste un trattamento che può alleviare i sintomi. Nel caso particolare del tecnico, la miastenia oculare riguarda solo i muscoli dell’occhio. I sintomi in questo caso sono la visione doppia (diplopia) e la palpebra cadente (ptosi).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juve-Napoli, quando si gioca: la nuova data

“Vedere doppio 24 ore al giorno non è facile” ha detto ieri il tecnico. Scherzando, ha aggiunto di essere ancora vivo perché aveva sentito voci che gli davano un mese di vita: “Tranquilli, io non muoio“.