Coprifuoco, a Napoli giovani lo violano e lanciano sassi ai carabinieri

Coprifuoco, a Napoli giovani in strada senza motivo a San Giovanni a Teduccio. Alla vista dei militari hanno provato a fuggire: presi in sei

pomigliano
Getty Images

Via Ravello, quartiere orientale di Napoli San Giovanni a Teduccio. Circa dieci giovani sono in strada nel cuore della notte scorsa, stanno quindi violando il coprifuoco e stanno facendo assembramenti. Vengono notati da una pattuglia dei carabinieri e cercano di fuggire.

Nel tentativo di fuga lanciano dei sassi ai militari. In sei vengono inseguiti, raggiunti e dunque denunciati: dovranno rispondere di danneggiamento aggravato, oltre che ovviamente delle violazioni anti-covid.

Le persone fermate sono tutte giovani, qualcuno è minorenne, hanno tra i 15 e 21 anni e sono incensurati. Gli altri, invece, sono riusciti a scappare. Quando dileguandosi hanno scagliato dei sassi verso la volante fortunatamente nessuno si è ferito e il parabrezza della volante è stata scheggiato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  San Gennaro, il sangue non si è sciolto. Attesa per le prossime ore

Coprifuoco violato, scappano e lanciano sassi ai carabinieri

Erano circa dieci le persone ferme in strada senza motivo. I sei che i militari sono riusciti a bloccare dopo un breve inseguimento sono stati denunciati a piede libero. Oltre al danneggiamento aggravato e alla violazione delle norme anti-covid, per loro è scattata anche la denuncia di resistenza al pubblico ufficiale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Camorra, smembrato il clan di Bruno Mascitelli: 21 arresti in Campania

Posizione un po’ diversa per uno dei sei perché è stato segnalato per essersi messo alla guida di un’autovettura senza patente. I carabinieri continuano a investigare alla ricerca delle altre persone che sono riuscite a fuggire appena vista la pattuglia.