Whatsapp, arriva la truffa del bonus famiglia: come difendersi

Negli ultimi giorni è stata segnalata una truffa su Whatsapp, legata a Poste Italiane ed al bonus famiglia da 500 euro: scopriamone di più

WhatsApp truffa

Di questi tempi sul web impazzano, più di ogni cosa, truffe da cui è bene prendere le distanze se non si vuole incappare in brutte soprese. L’ultima, in ordine cronologico, è stata segnalata dalla Polizia Postale ed avverrebbe tramite Whatsapp. La truffa è legata ad un falso bonus famiglia da 500 euro e si palesa attraverso un messaggio sull’app in verde, tramite il quale “si chiede di verificare di essere nella lista e di rispondere a tre domande. Poi viene invitato a inviare il messaggio ad almeno 30 contatti”.

LEGGI ANCHE—> Whatsapp, spunta il metodo ufficiale per diventare ‘invisibili’

Whatsapp, la Polizia Postale mette in guardia dalla truffa

Whatsapp
Whatsapp (Getty Images)

La Polizia consiglia a tutti gli utenti di “diffidare da informazioni che arrivano attraverso sms, email, o messaggistica istantanea, evitando accuratamente di eseguire le operazioni che vengono richieste o di aprire gli allegati o link contenuti nel messaggio, ma di verificare sempre le informazioni dal sito ufficiale digitandolo manualmente dalla barra degli strumenti”.

Non c’è da vergognarsi se si è già caduti nella trappola, perché i cybercriminali sono molto astuti nel far leva sulle necessità delle persone che ora, più che mai, versano in difficoltà economiche. L’unica cosa da fare nel caso in cui si sia stati già truffati, è quella di contattare la Polizia Postale è denunciare quanto accaduto con tutte le dovute prove a corredo.

LEGGI ANCHE—> Black Friday, Amazon posticipa di una settimana in Francia: ci pensa anche l’Italia