Covid, l’annuncio dell’Oms: “Il contagio rallenta in Europa”

Per l’Oms le misure finora adottate stanno funzionando. I nuovi casi settimanali sono diminuiti di circa 200mila

oms
Hans Kluge, Oms Europa (Getty Images)

Secondo il direttore dell’Oms per l’Europa, Hans Kluge, l’adesione ai comportamenti per fermare la diffusione del Covid-19 stanno portando a buoni risultati tanto che nel vecchio continente il contagio sta calando. Si è passati da oltre 2 milioni di casi a circa 1,8 la settimana scorsa.

Numeri che fanno ben sperare anche se i governi europei come quello italiano stanno valutando di allentare le restrizioni in vista delle festività natalizie. Le modiche alle norme ora in vigore, però, avverrà solo se la curva del contagio sarà più bassa.

Si tratta solo di un piccolo segnale ha affermato Kluge ma è comunque incoraggiante. Il direttore ha inoltre invitato a continuare ad osservare le norme per affrontare la sfida a cui tutti sono chiamati a fronteggiare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Giappone, stato di massima allerta: record di contagi

Covid, ieri in Italia registrati più casi: in aumento anche le vittime

Secondo il bollettino diffuso ieri, i nuovi contagi registrati sono stati 34.283, circa 2100 in più rispetto al giorno precedente. Aumento anche per il numero dei morti: 753 rispetto a 731 di martedì.

Le regioni più colpite restano quelle in zona rossa. Triste primato ancora per la Lombardia con 7.633 nuovi contagi, segue la Campania con 3.657 poi il Piemonte con 3.281 nuovi casi.

Anche l’Abruzzo è stata inserita in zona rossa ma su ordinanza del governatore Marco Marsilio e non del Ministero della Salute. La Puglia è zona arancione ma potrebbe esserlo ancora per poco. Non è escluso perché che diventino rossi solo alcuni territori, lasciando immutati il resto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, Pfizer conferma i dati: “Efficace al 95%”