Coronavirus Campania, sono 165 i medici che hanno chiesto di raggiungere la Regione

La Regione Campania, attraverso i propri profili social, ha reso noto un comunicato stampa per la situazione medici nell’emergenza Coronavirus.

Coronavirus Campania
Il Comunicato Stampa della Regione Campania (Regione Campania)

Da qualche giorno, sulle reti della RAI, si può ascoltare un messaggio rivolto a medici ed infermieri. L’invito è quello di entrare nel bando per i posti da occupare in Regione Campania per far fronte all’emergenza Covid-19.

Il presidente Vincenzo De Luca, da settimane, chiede al Governo l’invio di almeno due migliaia di unità da schierare sul campo di battaglia. Purtroppo, però, sono giunti sul suolo campano solo poche decine di operatori sanitari pronti ad aiutare a fronteggiare il momento drammatico che stanno vivendo la Regione e l’Italia tutta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Campania, il bollettino Regione di oggi 18 novembre

Coronavirus, il comunicato stampa della Regione Campania

Coronavirus Campania
Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca (Pagina Facebook Vincenzo De Luca)

“Nelle settimane scorse, dopo le richieste avanzate già a inizio ottobre, non erano arrivati che pochi medici rispetto alle necessità segnalate”, si legge nel comunicato stampa apparso sui social della Regione Campania.

Il messaggio lanciato sulle reti nazionali della RAI era dovuta ad una richiesta diretta della Regione. Nella nota si legge che la Campania “ha chiesto che venisse pubblicato un bando riservato”. Oggi quel bando si è chiuso e le richieste inviate ammontano a 165 unità.

“Ci si augura stavolta che non vi siano rinunce, e che si possa così proseguire, come già si sta facendo, nel rispondere a una criticità segnalata da mesi, in particolare per quanto riguarda gli anestesisti”, afferma la Regione nella nota.

C’è, infine, un elemento che fa lievemente ben sperare. “Si registra intanto negli ultimi giorni una tenuta nei ricoveri di terapia intensiva, e tendenzialmente, un lieve abbassamento, in percentuale con il numero dei tamponi eseguiti, del numero dei positivi”.

LEGGI ANCHE >>> Covid, Conte annuncia nuove misure di sostegno: “Siamo già a lavoro”