Elezioni Usa, quasi fatta per Biden: scontri in piazza e arresti

Elezioni Usa, Trump recupera in Arizona ma sembra fatta per Biden: i sostenitori dei candidati manifestano in varie città

Elezioni Usa
Getty Images

Sembra ormai fatta per il candidato democratico Biden. Basta l’assegnazione di un solo Stato per poter entrare da presidente nella Casa Bianca e dopo le vittorie in Wisconsin e in Michigan è a un passo dai 270 grandi elettori per potersi dichiarare presidente degli Stati Uniti d’America.

Biden ha fatto una rimonta e Trump pare che stia facendo una contro-rimonta perché sta recuperando in Arizona ma potrebbe non bastare. Nevada, Georgia, North Carolina, Pennsylvania gli Stati chiave dove lo spoglio è ancora in corso al termine del quale sarà chiaro il destino dell’America.

La battaglia, però, dalle urne elettorali si sposta nelle piazze. Già ieri Trump aveva infuocato gli animi dichiarandosi presidente e accusando comunque di brogli di democratici, annunciando il ricorso alla Corte Suprema. Il presidente ha chiesto anche di smettere di contare le schede e con questo intendo delle persone sono entrati nei seggi elettorali a Portland, in Oregon.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, non solo elezioni: 100mila positivi in un giorno. È record

Elezioni Usa, arresto a Portland e New York

In quella stessa città sono scegli in strada anche manifestati sostenitori di Biden per chiedere, al contrario, che vada avanti la conta delle schede. Circa dieci persone sono state arrestate per violenze. Sequestrati petardi.

Anche in altre città americane ci sono stati scontri. A New York cinquanta fermi e dimostrazioni anche ad Atlanta, Detroit e Oakland. In alcune immagini si è vista anche una bandiera americana bruciata. Manifestazioni anche a Chicago ma senza alcun arresto.

A Seattle, invece, i cortei dei manifestanti non hanno riguardato solo l’appoggio a uno o all’altro candidato, a favore dello stop o del proseguo dello spoglio, ma dai cartelli è chiaro che al nuovo presidente si chiede di mettere di fare attenzione alla questione delle disuguaglianze sociali e razziali.

POTREBBE INTERRESARTI ANCHE >>> Biden vicino alla vittoria, Trump: “È un furto, spariscono i voti per me”