Coronavirus, anche il Regno Unito verso il possibile lockdown

Anche il Regno Unito potrebbe cedere alla necessità di un lockdown a seguito della nuova ondata di contagi da coronavirus

Possibile lockdown nazionale anche per il Regno Unito. Questo è quanto si apprende dal Times che spiega come il governo stia riflettendo seriamente su una chiusura a seguito del nuovo boom di casi.

Il premier Boris Johnson, dopo aver evitato di ascoltare il suggerimento su un confinamento generalizzato di 15 giorni, potrebbe decidersi ad annunciarne uno in vista della prossima settimana. Quest’ultimo, addirittura, nella sola Inghilterra potrebbe essere più lungo di due settimane.

Secondo i dati risalenti ad ieri, i contagi totali in UK salgono a 992.874 dopo l’incremento, in 24 ore, di 24.418 unità. I decessi, purtroppo, sono stati 274 per un totale di 46.319. Invece i guariti solamente dodici (2811 totali). I casi da coronavirus attivi sono 943.744.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, il bollettino di oggi 30 ottobre: 31.084 contagi in Italia

Regno Unito, cenoni di Natale e Capodanno a prova di Covid

Nel Regno Unito il prossimo sarà un cenone di Natale e Capodanno a prova di Covid. Il governo, infatti, ha imposto delle regole ben precise in vista delle festività in modo da contenere l’epidemia. Il ministro degli Alloggi, Robert Jenrick, ha dichiarato: “I poliziotti potranno entrare in casa qualora dovessero esserci sospetti su assembramenti con più di sei persone. Se così fosse, si potrebbe interrompere anche il cenone”. Questa misura è pronta a scatenare le polemiche, ma intanto scatta la satira del Times che in una vignetta mostra due poliziotti sul tetto di un’abitazione, pronti a scendere dal camino come Babbo Natale.

LEGGI ANCHE—> Covid, Conte ammette: “Regna l’incertezza, ma il Governo si impegnerà”