Ponticelli, blitz nel clan De Luca Bossa: fermi per 7 esponenti

I Carabinieri, insieme alla Mobile della Questura, hanno eseguito fermi per sette persone legate al clan De Luca Bossa nel quartiere Ponticelli

Nella tarda serata di ieri, la Squadra Mobile della Questura di Napoli, insieme ai Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco e della Tenenza di Cercola, hanno eseguito fermi per sette persone. La misura è stata disposta dalla Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di esponenti legati al clan De Luca Bossa. Questi ultimi indiziati di reato di estorsione aggravata da metodo mafioso al fine di agevolare l’organizzazione. I provvedimenti sono stati presi per un’estorsione commessa all’interno della gestione delle case popolari e per un tentativo di estorsione continuata verso un imprenditore.

LEGGI ANCHE—> De Luca scrive a Conte: “Situazione sconcertante ed intollerabile, chiedo una cosa al Governo”

Ponticelli, i dettagli del blitz nel clan De Luca Bossa

Napoli parcheggiatori abusivi
L’operazione dei Carabinieri nel capoluogo campano (Carabinieri)

Il primo fermo è stato emesso nei confronti di De Luca Bossa Umberto, reggente del clan, Boccardi Roberto e Sorrentino Mario che avrebbero chiesto 5000 euro ad una donna per tenere saldo il possesso della casa popolare in cui viveva con suo figlio minore. I due, a causa di possibili ritorsioni, si sono dovuti allontanare dall’alloggio.

Il secondo fermo è stato emesso nei confronti di Bonito Eugenio, De Luca Bossa Giuseppe, Amitrano Domenico e Fico Carmine per un tentativo di estorsione di 50 mila euro nei confronti di un imprenditore. Quest’ultimo, il 9 settembre scorso, aveva subito danni alla propria concessionaria di autovetture nella quale era stato fatto esplodere un ordigno artigianale.

Il giudice per le indagini preliminari ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per tutti gli indagati.

  • Umberto De Luca Bossa, nato a Napoli (NA) il 18.06.1993 figlio del fondatore del clan
  • Antonio DE LUCA BOSSA alias Tonin O’Sicc detenuto in regime di 41/bis.
  • Umberto Boccardi, nato a Napoli il 05/06/1991.
  • Marco Sorrentino, nato a Napoli (NA) il 06.10.1984.
  • Eugenio Bonito, nato a Napoli il 18/01/1962.
  • Giuseppe De Luca Bossa, nato a Napoli il 01/05/1977, fratellastro del fondatore del clan
  • DE LUCA BOSSA Antonio attualmente detenuto in regime di 41/bis.
  • Domenico Amitrano, nato a Napoli il 12/09/75.
  • Carmine Fico, nato a Cercola il 06/01/1973.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, presidente Consulta: “Sì riduzione diritti con equilibrio”