Microsoft, rimosso il malware Trickbot: poteva mettere a rischio le presidenziali in USA

Microsoft ha rimosso il fornitore di malware Trickbot. Il timore era che potesse condizionare le elezioni presidenziali Usa 2020.

Microsoft
Uffici della Microsoft (Getty Images)

Microsoft ha deciso di rimuovere il fornitore di malware Trickbot. Il timore dell’azienda, infatti, è che in qualche modo potesse essere usato per influenzare le elezioni presidenziali che si svolgeranno in America.

L’operazione, avviata dalle agenzie di intelligence statunitensi, ha previsto la rimozione del malware. Le forze speciali, infatti, hanno espresso molti sospetti circa un gruppo di “persone che parlano russo”. A far scattare l’allarme, infatti, sarebbe stato il sostegno della Russia alla candidatura di Donald Trump nel lontano 2016.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Trump: “Non prendo medicine da 8 ore”. Cancellato il duello con Biden del 15 ottobre

Microsoft, le motivazioni per la rimozione del malware

Microsoft
Uffici della Microsoft (Getty Images)

“Abbiamo interrotto Trickbot – spiega Tom Burt, vicepresidente di Microsoft – con un’ingiunzione del tribunale. L’operazione è stata eseguita in collaborazione con provider di tutto il mondo”.

Tom Burt, vicepresidente dell’azienda, ha spiegato inoltre che Trickbot ha distribuito ransomware. Si tratta di un tipo di malware che permetterebbe agli hacker di infettare un computer o un router. Così facendo, quindi, potrebbero eventualmente prenderne il controllo in qualsiasi momento. La preoccupazione per le elezioni presidenziali in programma in America, quindi, ha dato il via all’operazione di rimozione del malware.

“Ora abbiamo reciso l’infrastruttura chiave in modo che coloro che utilizzano Trickbot non saranno più in grado di infettare i computer o attivare ransomware già presenti nei sistemi informatici”. Il vicepresidente, inoltre, ha aggiunto che “la paura non è di un attacco che possa alterare i risultati del voto, ma più di qualcosa che possa mettere a rischio la fiducia degli elettori.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, spunta una truffa: messaggio parla di lockdown e buoni spesa