Poker del Napoli, Mazzarri ko

L’unico risultato da perseguire nella sfida di ieri sera era la vittoria. Il Napoli così ha scacciato l’Inter a sette punti mantenendo saldo il terzo posto in campionato. Nonostante la stanchezza per il massacrante turno di Champions, gli azzurri si sono imposti per intensità e bel gioco.

I ragazzi di Benitez hanno trovato subito il gol al 9′ con Higuain che infilava di sinistro sulla corta respinta di Nagatomo. Poco prima della mezz’ora il Napoli avrebbe potuto portarsi sul 2-0 con Insigne il cui destro però colpiva l’incrocio dei pali. Al 35′ il pareggio dell’Inter: Guarin salta Reveiller e trova al centro Cambiasso che da due passi infila Rafael. Immediata la replica del Napaoli con Higuain che lancia Dzemaili che fa la sponda per Mertens che con un tocco a girare scaraventa in rete. Appena centottanta secondi dopo ed è 3-1: botta di Mertens, Handanovic non trattiene e Dzemaili batteva in gol a porta vuota. Prima di andare a riposo i neroazzurri trovano la rete della speranza con Nagatomo.

Nella ripresa la formazione di Mazzarri ha più gamba e mette alle corde il Napoli. Al 71′ arriva però l’espulsione di Alvarez per somma di ammonizioni e gli azzurri riprendono a respirare. Forti dell’uomo in più i napoletani riprendono ad attaccare: tiro-cross di Insigne che di sinistro trova l’accorrente Callejon che non perdona. Allo scadere, il neoentrato Pandev si procura un calcio di rigore: è il macedone ha calciare ma Hanadnovic deviava in angolo.