Cristian D’Alessandro tornerà in libertà

Arrestato lo scorso 19 Settembre insieme ad altri attivisti di Greenpeace, per il blitz pacifico ad una piattaforma della Gazprom nell’artico. Cristian presto tornerà a casa.A darne notizia è un tweet di Greenpeace Russia. La corte di San Pietroburgo al termine dell’udienza di oggi, ha accolto la richiesta del suo avvocato, concedendogli la scarcerazione su cauzione.

45mila euro. Questo il prezzo fissato per la cauzione che dovrà essere versato all’amministrazione penitenziaria russa entro il 29 novembre. Il padre è euforico e non vede l’ora di partire per la Russia dove finalmente potrà riabbracciare il figlio e portarlo a casa.

Le parole di de Magistris. Il sindaco di Napoli che ha seguito con enfasi tutta la vicenda di Cristian, non poteva non esprimere la sua felicità per la notizia da poco diffusa dalle agenzie: “È di poche ore fa la notizia che Cristian D’Alessandro, a breve, tornerà libero. Una notizia che è motivo di felicità non solo per la nostra città. Cristian e gli attivisti di Arctic 30, infatti, sono l’orgoglio di quante e quanti, ad ogni latitudine, credono nella difesa dell’ambiente e nella battaglia per i diritti. Il Comune di Napoli non ha mai smesso di chiedere la sua liberazione, esponendo sulla facciata di Palazzo San Giacomo anche uno striscione per il suo rilascio da parte delle autorità russe” . Il primo cittadino di Napoli ha poi concluso il suo messaggio rivolgendo un pensiero anche ai genitori del ragazzo da lui incontrati “Quando, poche settimane fa, incontrai i genitori di Cristian, mi colpì la loro forza e la loro tenacia, perciò adesso un pensiero particolare va a loro, che ringrazio perchè, insieme a Cristian, rappresentano il volto migliore di questa città. Oggi tanti giovani napoletani sono impegnati nelle diverse aree del mondo per contribuire alla costruzione della pace e dei diritti. Queste ragazze e questi ragazzi, formati a Napoli e “da” Napoli, quando tornano, riconsegnano alla città la loro esperienza, contribuendo all’idea di tolleranza, rispetto dei diritti, condivisione che Napoli da sempre rappresenta“.