Torino in emergenza ma Ventura non teme il Napoli

Dopo lo sgambetto dell’anno scorso, il Torino torna al San Paolo. Il 4 novembre del 2012 fu 1-1, grazie ad un erroraccio di Aronica nei minuti di recupero che regalò un punto agli avversari. Il tecnico dei granata, Giampiero Ventura non teme il Napoli. “Sulla carta il risultato di domani potrebbe sembrare già scritto, ma se giochiamo come sappiamo, da Toro, possiamo mettere in difficoltà chiunque“.

Tuttavia, l’ex allenatore degli azzurri ha l’infermeria piena e sarà costretto a mandare in campo una formazione d’emergenza. “Molti non partiranno per la trasferta non abbiamo grandi alternative al momento”. Oltre a Larrondo, Bovo, Rodriguez, El Kaddouri e Brighi, ieri si è fermato anche lo svedese Farnerud. Ventura opterà per un 3-5-2 puntando su Gazzi a centrocampo e Barreto in attacco. “Sono due ragazzi molto importanti – sottolinea Ventura – anche vista la condizione d’emergenza in cui ci troviamo”.

Il Napoli di Benitez ha l’obbligo di centrare la vittoria per scrollarsi di dosso la debacle contro la Roma. “Non potra’ essere una partita come quella dello scorso anno – osserva Ventura – perche’ ci sono un allenatore e dei giocatori diversi. Il potenziale offensivo del Napoli è uno dei migliori d’Italia, ma sono comunque convinto che il Toro può fare bene”.