Video – Con la scooter sul lungomare per protestare contro la Ztl

“Ma la posso permettere la multa, ho la mia vita, fammi la multa me ne fotto…no questo no, sono una signora per bene: è mia, non è vostra, è nostra”: inizia così il video di ‘Liberata lungomare’ pubblicato su You Tube e che sta facendo discutere in rete. Un filmato in cui una donna protesta contro la pedonalizzazione del Lungomare voluta dall’amministrazione de Magistris percorrendo via Caracciolo a bordo di un motorino, in barba al divieto di circolazione.

Il fronte del no della Ztl del mare, quindi, sbarca anche in rete dopo le manifestazioni delle scorse settimane, anche se questa è una protesta singola (e singolare visti i toni utilizzati dalla protagonista): il video sta circolando sul web e si sprecano i commenti.

Negli oltre tre minuti di immagini, la protagonista evidenzia, con un linguaggio colorito, come il lungomare sia pressoché deserto e non risparmia certo critiche alla pista ciclabile “del ca…”, incontrando però la risposta degli utenti che notano come in un giorno di maltempo è anche normale vedere una strada deserta. Ma la critiche vanno anche oltre evidenziano il linguaggio non certo raffinato della donna (“si può essere d’accordo o meno sul lungomare pedonalizzato. Ma questa è solo una cafonata” scrive ‘frozensun79’), mentre c’è anche chi la butta sul ridere (‘peccato che non c’era davvero nessuno, magari ‘a ittavan a mmare’).

Non mancano i commenti positivi come ‘guiperf’ che scrive: “L’unico commento che viene da fare è che mentre il lungomare è deserto e desolato in tutta la sua ampiezza, la riviera di Chiaia viene soffocata dal traffico e dallo smog! Solo un sindaco incapace e presuntuoso poteva adottare un provvedimento così sciagurato“. Insomma, anche sul web la Ztl del Mare divide.[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=NmxC6wSad9g[/youtube]