Il ministro Fornero a Napoli, pronta la protesta di precari e studenti

Lei è pronta a presentare l’apprendistato per gli over 15, loro sono pronti a riempirla di fischi: il ‘duello’ tra il ministro Fornero e gli studenti e precari napoletani è fissato per oggi quando il responsabile del dicastero del Lavoro sarà a Napoli, alla Mostra d’Oltremare. Da giorni i contestatori sono in fermento per preparare l’accoglienza al ministro: alle 11 si troveranno a piazza San Vitale tutti i ‘precari choosy, schizzinosi’, come si sono autodefiniti, per manifestare il loro dissenso alle politiche del governo e alle uscite ‘poco felici’ della Fornero.

Il progetto di apprendistato duale partirà da Napoli come voluto proprio dal ministro del Lavoro ed è realizzato in collaborazione con il governo tedesco: proprio per questo insieme alla Fornero alla Mostra d’Oltremare è prevista la presenza anche del ministro del lavoro tedesco Ursula von Der Leyden. Nella due giorni sarà illustrato il piano che integra la formazione sul lavoro con corsi in aula: Italia e Germania daranno vita a uno scambio tra giovani e imprese.

Un piano però che, insieme alla politica attuata dall’esecutivo, non piace ai contestatori che saranno oggi in piazza: “Vogliono portare nella città simbolo di disoccupazione e lavoro nero la retorica del liberismo e della precarietà – affermano i promotori della manifestazione-. Non siamo più disposti ad accettare lavori di 89 ore al giorno per 600 euro al mese, di essere lasciati a casa senza preavviso, di lavorare sotto ricatto, senza sicurezza, democrazia e dignità”.

Proprio a causa del clima che ha accompagnato la vigilia dell’arrivo del ministro Fornero a Napoli sono state disposte misure di sicurezza molto rigide a Fuorigrotta: tra provvedimenti in vigore c’è anche il divieto di sosta e fermata da oggi fino alle 14 di domani su via Terracina, viale Kennedy, viale Marconi, viale Edenlandia, via Partenope, via Chiatamone, via Dumas.