Evasione fiscale per 250 milioni di euro: 5 arresti nel napoletano

Associazione a delinquere finalizzata all’evasione di diritti doganali sull’importazione, all’emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, alla frode fiscale e alla formazione fittizia di capitali aziendali: sono questi i capi di accusa per i quali questa mattina i finanzieri del Comando Provinciale di Napoli hanno eseguito cinque arresti, disposti dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Denunciati anche altri dieci corresponsabili. 

In carcere sono finiti Angelo Caldarelli, Mario del Gaudio e il commercialista Luigi Nelli Tagliaferro; per Bonaventura Sorrentino e Francesco Grimaldi, ex sindaco di San Marzano sul Sarno, sono invece scattati i domiciliari. Tra i provvedimenti emanati anche il divieto di dimora nella provincia di Napoli per Cosimo D’Ambrosio e Giuseppe Salvati. Gli arrestati fanno parte di un gruppo societario attivo nel campo della moda, con catene di negozi di marchi di abbigliamento per ragazzi. Nell’ambito dell’operazione sono stati eseguiti anche numerosi sequestri di beni, tra cui 15 immobili, 10 automezzi e motoveicoli, oltre a quote e partecipazioni societarie, per un valore totale di circa 27 milioni di euro.

La società coinvolta nell’operazione, denominata ‘San Diego’, è quella di Caldarelli che tratta marchi noti come Anthony Morato e Amy Gee, di proprietà dello stesso gruppo. Le indagini sono partite da controlli fiscali effettuati nel 2010 sulla società ‘San Diego srl’ di Poggiomarino. Gli inquirenti ritengono che gli accusati avrebbero evaso i diritti doganali, emesso ed utilizzato fatture per operazioni inesistenti. Inoltre le fiamme gialle hanno portato alla luce una presunta frode fiscale e una formazione fittizia di capitali aziendali: in totale, sarebbero stati sottratti al fisco oltre 250 milioni di euro, tra redditi imponibili non dichiarati e imposte evase.