La verità dell’agente di Lavezzi: “Il Pocho non ha mai incontrato Moratti”

“Mai incontrato Moratti, mai parlato con l’Inter, mai detto di voler andare via”: ecco la verità di Lavezzi uscita dalla bocca di Alejandro Mazzoni, manager dell’attaccante argentino. Si arricchisce di una nuova puntata quindi la telenovela Pocho e solo il tempo dirà se si tratta della verità o solo di dichiarazioni di facciata.

Dopo le tantissime indiscrezioni circolate negli ultimi giorni su un presunto incontro tra Lavezzi e Moratti, ora il procuratore dell’attaccante prova a fare chiarezza con alcune dichiarazioni rilasciate alla redazione di ‘Si gonfia la rete’, programma di ‘Radio CRC’: “Ezequiel Lavezzi non ha mai detto di voler andare via da Napoli, non ha mai pranzato né conosciuto il presidente dell’Inter Moratti. Io stesso non lo conosco, mentre conosco Branca e Ausilio, così come conosco tutti i direttori sportivi dei club italiani giacché sono manager di Lavezzi e di altre 39 calciatori”.

Mazzoni spegne tutte le voci sul suo assistito: “Lavezzi è andato a Milano nel week end in cui non si giocò Lecce-Napoli, ma solo per un suo svago personale. Quando è lì incontra soltanto una persona, un suo amico che si chiama Lorenzo Tognetti, proprietario del ristorante Giannino, nonché uomo di fiducia di Adriano Galliani: non per questo si dirà che il Milan sta trattando Lavezzi…”. Il procuratore argentino smentisce anche le notizie secondo cui Lavezzi avrebbe disdetto il contratto di affitto della sua villa di Marechiaro e sulla cena tenuta ieri con i compagni di squadra afferma: “Era semplicemente la sua festa di compleanno rinviata di qualche giorno. Ribadisco, Lavezzi non ha mai detto che vuole lasciare Napoli dove si trova bene. Però, tutta questa campagna denigratoria non è il modo migliore per trattenerlo“.

Insomma, il Pocho e gli azzurri non sono così lontani come si dice in giro, anche se le parole di Mazzoni possono anche essere lette come un modo per allentare le pressioni intorno al numero 22 del Napoli ed evitare di indispettire De Laurentiis: la vicenda Hamsik insegna che è bene non andare allo scontro con il presidente e forse la lezione è stata recepita dall’entourage di Lavezzi. L’ipotesi più probabile al momento rimane, infatti, un addio dell’argentino al sodalizio partenopeo.