Svaligiato il megastore Decathlon di Casoria

Ricco bottino per i malviventi che ieri pomeriggio, fucili alla mano, hanno ripulito a Casoria, sulla Circumvallazione Esterna, le casse del megastore Decathlon, punto vendita specializzato in articoli sportivi. Un colpo pulito, senza spargimento di sangue e consumatosi in soli due minuti: 40mila euro in contanti prelevati dalle casse mentre tenevano sotto minaccia, con un fucile puntato alla nuca, una delle cassiere; panico fra i clienti presenti (circa trecento), ma nessun incidente.

Sarebbero stati in quattro, giunti al grande magazzino a bordo di due potenti moto, dalle quali sarebbero scesi solo due di essi, mentre gli altri due complici sarebbero rimasti ad attenderli fuori.

Volto coperto dai passamontagna e armati di fucili a pompa, hanno fatto irruzione in mezzo alla folla: i locali al momento della rapina erano gremiti. Sotto gli occhi spaventati degli acquirenti, uno di loro ha preso in ostaggio una cassiera, dopo averla bloccata per un braccio e averle puntato l’arma alla testa; l’altro ha svuotato le casse aperte al momento, mettendo insieme un bottino stimato intorno ai 40mila euro. Hanno poi raggiunto i complici all’esterno per ripartire in sella alle moto a gran velocità e facendo perdere le tracce. Tutta l’operazione sarebbe stata compiuta al tempo record di meno di due minuti.

Per la cronaca, i magazzini Decathlon sono spesso oggetto di questo tipo di aggressione. Esattamente nello stesso periodo (mese di dicembre) dell’anno scorso, un altro negozio Decathlon, nel centro commerciale Da Vinci a Fiumicino, fu messo al sacco da due rapinatori che, armi in pugno, fecero irruzione intorno alle 13 e, tenendo in scacco impiegati e clienti, si fecero consegnare gli incassi, stimati intorno ai 10mila euro. Per di più, quello di Fiumicino, in via Geminiano Montanari, aveva subito già altre tre rapine nell’arco di due anni.