TomMasaniello, una storia di passione e confusione

Domani sera 16 settembre, in un doppio appuntamento alle 19 e poi alle 20.30, sarà di scena presso il Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore, lo spettacolo teatrale “TomMasaniello, passione e confusione”. Il progetto artistico, curato dall’Associazione Culturale NarteA, si pone come un’ambiziosa ricostruzione dei momenti cruciali della vita di Tommaso Aniello D’Amalfi, il capopopolo che nel 1647, fomentato dall’oppressione provocata dalle continue gabelle imposte dal Viceré spagnolo, si ribellò alla situazione trascinando con sè tutto il popolo napoletano.

Attraverso quest’opera si vuole far rivivere il contesto dell’epoca utilizzando uno scenario del tutto particolare ed autentico come quello del Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore, nel cuore della città, sfruttando i sublimi spazi archeologici e tantissime comparse in costume che faranno rivivere nuovamente la Napoli di Piazza Mercato, un tempo centro pulsante dell’economia cittadina e che ha visto i primi passi della Rivoluzione Partenopea.

Protagonista è sì Masaniello, ma anche i personaggi che, servendosi di lui, hanno compiuto e scritto pagine di storia: dal semplice pescivendolo “collega” di banco del capopopolo, alla signora che con la sua sporta si recava la mattina la mercato, fino ad arrivare alle vere maestranze politiche, come quella di Don Giulio Genoino, mente della rivoluzione stessa, che si servì di Masaniello per trascinare le folle verso il delirio di una Repubblica Napoletana finalmente libera dell’oppressore spagnolo.

Questi ed altri personaggi prenderanno nuovamente vita grazie alla narrazione originale di Antimo Casertano e alla regia dello stesso Casertano insieme con Raffaele Parisi, Federica Altamura e con la collaborazione di Agostino Chiummariello. La supervisione storica dell’evento è stata affidata a Febo Quercia.

Per partecipare allo spettacolo è necessario prenotarsi in anticipo telefonando al numero 339.7020849 oppure al 334.6227785, mentre per avere maggiori informazioni sull’evento è possibile consultare il sito ufficiale dell’associazione, Nartea.com, oppure inviare una mail all’indirizzo info@nartea.com.