Scampia: investe e uccide bimba di 4 anni

Travolta da un’auto e uccisa a soli quattro anni. Accade ad una bambina di Scampia, Fabiana C., morta in seguito ad un fatale incidente consumatosi tra ieri sera e la scorsa notte. Il pirata della strada, dapprima datosi alla fuga, si è poi consegnato ai carabinieri. Fabiana si trovava sotto casa, al lotto G di via Labriola in Scampia, quando veniva raggiunta da una Fiat Punto bianca. L’autista ha investito la piccola senza curarsi di soccorrerla o fermarsi. Assistita dai genitori, la bimba è stata portata d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli, ma un politrauma da incidente ed un conseguente arresto cardiocircolatorio non le hanno lasciato scampo.

L’auto, che appartiene ad una donna di Casal di Principe, era guidata da un amico del figlio della proprietaria. Entrambi i ragazzi, di 25 e 18 anni, si erano poi dati alla fuga, riportando la vettura in garage.

Al momento dell’incidente, avvenuto proprio nelle immediate vicinanze dell’abitazione della piccola vittima, alcuni testimoni avevano tempestivamente trascritto la targa della Fiat Punto bianca che si allontanava a tutta velocità subito dopo lo schianto. I poliziotti sono, così, riusciti a risalire alla proprietaria: una donna di 55 anni residente a Casal di Principe, nel Casertano. All’arrivo dei carabinieri, la donna ha spiegato che la vettura, quella sera, era stata utilizzata dal figlio. Quest’ultimo ha poi spiegato che non si trovava alla guida dell’auto, guidata, invece, da un amico, che poco dopo si è costituito ai carabinieri di Casal di Principe.

Francesco Mottola, 25enne residente a Casal di Principe, è ora accusato di omissione di soccorso e omicidio colposo. Il figlio della proprietaria della vettura, diciottenne, è, invece, denunciato in stato di libertà per omissione di soccorso: pur non trovandosi alla guida dell’auto pirata, il ragazzo era stato riportato a casa, senza aver fornito alcun particolare della serata fatale.