Dissequestrata l’Acciaieria Sonora di Bagnoli

Intorno alle 20.00 di ieri sera, sulla pagina Facebook dell’Acciaieria Sonora di Bagnoli è apparsa la tanto attesa notizia: il sito è stato dissequestrato. Giorni di ansia ed incertezza per i tanti fans musicali che si sono visti sfumare l’opportunità di avere un nuovo e più appassionante palcoscenico metropolitano per assistere alle performance dei propri idoli musicali. Ma ieri, con la nuova ordinanza, la situazione sembra essersi ripristinata. Almeno in parte. Il gip Marcella Suma non ha convalidato il provvedimento preso lo scorso venerdì e che ha condotto al sequestro di tutta la struttura, tacciata di non essere in regola con le autorizzazioni e quindi marchiandosi inevitabilmente di abusivismo.

Nel frattempo, però, il Napoli Reggae è totalmente saltato, mentre il concerto dei Modà è slittato e non si terrà più il 27 luglio, ma il 25 ottobre presso il Palapartenope. I responsabili fanno comunque sapere che per il concerto del gruppo è previsto un rimborso dei biglietti e l’immediata possibilità di poter acquistare un ticket per la tappa autunnale. Per quanto riguarda il concerto della star internazionale George Michael, sembrano non esserci dubbi.

Il problema più grande rimane, probabilmente, il quasi snobbismo delle maestranze musicali, che negli ultimi tempi stanno dirottando vari e grandi artisti in altre città della Campania, esattamente come è accaduto per il concerto di Pino Daniele ed Eric Clapton, “costretti” ad esibirsi in quel di Cava de Tirreni, dopo il no dell’ex sindaco Iervolino alla richiesta del cantante napoletano di una esibizione in Piazza Plebiscito. Ciò che si teme è un inaridimento della varietà e della cultura musicale di stanza partenopea a danno della città, privilegiando invece strutture dei paesi limitrofi.

Dario Scalabrini, uno degli imprenditori dell’Accieria Sonora, che ha sempre professato l’ingiustizia della situazione, ha così commentato: «Sapevamo di essere nel giusto, ora dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire con l’organizzazione degli eventi».