Giornata mondiale del libro: Fnac festeggia con il Bookcrossing

Il 23 aprile torna “Ho lasciato un Idiota e ho trovato un Piccolo Principe” il bookcrossing all’aria aperta promosso da Fnac. L’anno scorso l’iniziativa aveva riscosso un enorme successo nelle città dove si svolgeva, richiamando più di tredici mila persone. Quest’anno l’evento si terrà in 7 città italiane: Milano, Genova, Torino, Verona, Firenze, Roma e Napoli. Nel capoluogo campano sarà allestito uno spazio al Castel Sant’Elmo che in quei giorni ospiterà anche la mostra del fumetto: questa iniziativa, infatti, si svolgerà proprio in collaborazione con il Comicon. Chi vorrà partecipare dovrà portare con sé un massimo di 5 libri che ha letto e che l’hanno colpito particolarmente. Questi libri saranno, quindi, rimessi in libertà: in cambio il generoso lettore potrà portare con sé uno dei libri presenti nella “libreria di scambio”, creata grazie ai testi donati da altre persone e da oltre 40 editori italiani che hanno voluto sostenere questo bellissimo progetto. In ogni città, inoltre, saranno invitati Autori di successo che racconteranno come sono nati i propri romanzi o i celebri personaggi che animano i loro racconti: a Napoli Rob Reger ci parlerà di Emily The Strange, il personaggio da lui ideato, e dei libri che la piccola Emily ama di più. Anche Radio3, con la trasmissione Fahrenheit, sosterrà questa iniziativa proponendoci una biblioteca radiofonica che raccoglie le voci e le testimonianze dei più importanti autori del nostro tempo. Le più belle puntate saranno a disposizione di tutti presso le librerie Fnac che dal 18 aprile all’8 maggio sconteranno anche del 20% alcuni dei classici della letteratura. Ciò sarà possibile grazie all’iniziativa “Uno, Nessuno e Cento Libri” che ha visto protagonisti 13 editori italiani che hanno stilato, tra le loro pubblicazioni, una classifica dei testi più belli.

“Ho lasciato un Idiota e ho trovato un Piccolo Principe” rientra tra le manifestazioni organizzate in tutto il mondo in onore della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore voluta dall’UNESCO e prevista per il 23 aprile. In questa data, infatti, nel 1616 morivano tre scrittori straordinari: Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garcilaso de la Vega.