Rifiuti: al via l’operazione Pasqua pulita

rifiuti napoli Il sindaco Rosa Russo Iervolino ha lanciato l’operazione Pasqua pulita: una serie di lavori grazie ai quali Napoli potrebbe svuotarsi dei sacchetti in occasione delle vicine vacanze pasquali. Lo spettro delle scorse vacanze natalizie, caratterizzate da alberghi e piazze vuote a causa della spazzatura in strada, è sempre più presente, così il sindaco ha parlato di tutte le mosse per fronteggiare l’emergenza, assicurando: “Faremo l’impossibile per ripulire la città dai rifiuti prima di Pasqua”. Tra le prime operazioni in atto affinché l’obiettivo venga raggiunto, la ripresa dei lavori presso i siti di trasferenza. Alcuni tra i principali impianti Stir di Napoli, infatti, privilegeranno nei prossimi giorni proprio i rifiuti provenienti dal capoluogo, secondo una decisione stabilita da Sapna, la società della Provincia di Napoli per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti, Asia, l’azienda che fornisce i servizi di igiene ambientale ai napoletani, e l’Ufficio Flussi della Regione Campania. Lo Stir di Giugliano sarà quello adibito alla raccolta del quantitativo di rifiuti più ingente: si parla di circa 900 tonnellate da smaltire prima della festività. Modesto il lavoro degli ultimi giorni presso la discarica di Chiaiano, dove, a causa di alcuni lavori proseguiti per gli ultimi tre giorni, non è stato possibile conferire più di 120 tonnellate. Per i prossimi giorni, al contrario, sarà necessario che vengano recuperate quotidianamente 200/250 tonnellate.

L’assessore all’Igiene del Comune di Napoli, Paolo Giacomelli, insisterà affinché venga rispettata la quantità di conferimento stabilita, particolare che ritiene “di vitale importanza”, ma si accoda al sindaco Iervolino affermando: “Mi auguro di potere offrire ai cittadini e ai turisti una Napoli pulita per le festività”.

rosa russo iervolino

Da parte sua, il primo cittadino ha spiegato: “Per ora stiamo aspettando il parere del ministero dell’Ambiente e della Regione, ma l’ordine è di accelerare il più possibile ogni procedura. Ci sono, quindi, possibilità che Napoli sia pulita a Pasqua e noi faremo il possibile per ottenere questo”.