Mostra d’Oltremare: affidava appalti a ditte amiche

mostra d'oltremare
Indagato per abuso di ufficio un dirigente della Mostra d’Oltremare: avrebbe affidato appalti a ditte amiche.

È quanto emerge dal racconto di un ex dipendente, che si riteneva vittima di mobbing. La pubblicità dell’evento Parchinmostra, infatti, è stata affidata dall’imprenditore a ditte e aziende appartenenti ad amici e parenti, una addirittura capeggiata dalla moglie.

Il pm Giancarlo Novelli, della sezione reati contro la pubblica amministrazione, si occupa dell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco.

Il rischio, infatti, è che Parchinmostra sia solo uno degli eventi che l’imprenditore possa aver affidato a ditte a lui vicine, abusando di potere ed eseguendo favoritismi illegali.

mostra napoli

La manifestazione, che, come si legge sul sito della Mostra, quest’anno non ha ancora una data di inizio, promuove la conoscenza e la valorizzazione dei parchi nazionali e regionali. Per l’occasione sono organizzati spettacoli e percorsi, ma anche esposizioni artistiche e convegni vari, il tutto a tema specifico. Lo scorso anno, infatti, il leit motiv dell’ottava edizione era la biodiversità.

I sospetti relativi all’attività illecita dell’imprenditore indagato sono partiti dal racconto di un ex dipendente, licenziato proprio dall’uomo. In Procura raccontava di essere vittima di mobbing, ed emergevano man mano numerosi particolari circa l’ultima iniziativa che l’aveva visto coinvolto in squadra: Parchinmostra, appunto. Tra le aziende amiche cui l’imprenditore avrebbe affidato la pubblicità, una risulta di proprietà della moglie.

La polizia giudiziaria ha perquisito gli uffici della Mostra, sequestrando documenti ritenuti importanti per confermare le accuse. Numerose le persone interrogate come informate dei fatti, tra queste un ex assessore regionale: Gabriella Cundari. Le indagini proseguiranno a lungo, poiché si è alla ricerca di prove che testimonino l’abuso di potere avvenuto anche per mostre e iniziative precedenti, le numerose esposizioni che varie volte l’anno sono organizzate in Mostra e pubblicizzate in tutta la regione con vistosi cartelloni e insegne.