Il garage Morelli apre i battenti con sette livelli, sala eventi e tanti posti auto

Apre il garage Morelli, con i suoi faraonici sette piani pregevolmente lavorati nella grotta di tufo del Chiatamone, dalla società per azioni Napoletana parcheggi, del gruppo nazionale Quick no problem parking, terzo gestore italiano da Milano a Palermo con venticinque mila posti auto e che a Napoli ha realizzato oltre duemila posti auto. Il cardinale Crescenzio Sepe, nella piazzetta di via Morelli,  ristrutturata con marciapiedi, lampioni e panchine all’ingresso del garage, inaugurerà la struttura tagliando il nastro, per poi scoprire la targa che attribuisce all’opera l’ onorificenza “giubilare”. L’ artista israeliana Noa, che stasera al teatro Sannazaro, presenterà in anteprima mondiale il suo cd di musica partenopea “Noa sings Napoli“, farà da madrina all’ evento.

Dopo sette anni dalla chiusura ed il fallimento di un’ iniziativa dell’ imprenditore Mario Maione, Quick parking è riucita in diciotto mesi a completare l’ opera. Il garage è stato costruito grazie ad investimenti ingenti, che si aggirano sui circa trenta milioni di euro finanziati da privati e banche, così come è ingente la quantità di materiale impiegato: oltre cinquanta mila tonnellate di calcestruzzo. L’ opera vede in tutto:  230 posti a rotazione capaci di ospitare 2000 auto al giorno, e 250 box di proprietà in vendita da 100 mila euro a salire, secondo i metri quadri, in media 100 mila euro per ogni spazio auto, e, per chi vuole investire, ci sono gli ultimi 9 box al 5 per cento di rendita annua, affitto garantito per 12 anni, per l’acquisto ancora 43 box disponibili.

L’ amministratore Massimo Vernetti dichiara che sono pochi i box invenduti, e, commenta con soddisfazione, che l’opera è un business immobiliare senza dubbio riuscito, tanto che la Napoletana parcheggi è già pronta ad una nuova “operazione” in piazza Vittoria. E’ in cantiere infatti  l’ idea di un nuovo parcheggio interrato con oltre duecento posti che genereranno una rotazione di oltre millecinquecento posti auto, per un investimento da realizzare di oltre dieci milioni di euro, e, come tempistica si parla di circa venti mesi.

Il parcheggio Morelli aprirà ufficialmente domani, con una tariffa oraria di quattro euro, il giornaliero si aggirerà sui trenta euro. Vernetti dichiara che il garage resterà aperto 24 ore su 24, sette giorni su sette,  per 365 giorni all’anno.  L’ agorà che si trova all’ ingresso, realizzato sacrificando trenta posti auto, sarà uno spazio dedicato ad eventi, convegni, mostre ed artisti della città. I sette piani collegati da una rampa circolare, sono controllati dalle oltre centosessanta telecamere di sicurezza, mentre gli ascensori a vista sono stati montati con pareti in cristallo.

Gli ingressi della struttura sono tre, due per le auto e uno riservato ai proprietari dei box, e un’unica uscita, sotto i portici di via Morelli. I livelli sono sette, ma gli ultimi quattro, i più bassi, sono destinati ai box delle auto “stanziali”, mentre gli altri sono destinati al parcheggio orario. In ogni livello predomina un colore ed è possibile trovare un infopoint per ogni piano, tutto rigorosamente monitorato da una control room. Tra i servizi offerti c’è un parcheggio per le moto con il deposito dei caschi, nolo di biciclette a motore, nursery per bambini. Tra le novità assolute del garage, troviamo la verifica del tasso alcolemico e le prese per la ricarica delle auto elettriche, oltre ai consueti bancomat e un ampio car washing.

L’ opera è stata realizzata grazie al lavoro costante e instancabile di oltre centocinquanta operai, la Quick, che vanta uno staff di oltre duecentocinquanta dipendenti, offrirà lavoro a una ventina di addetti che lavoreranno nella struttura. Il garage Morelli è attualmente candidato all’ award come “superparcheggio d’ Europa”, trofeo che si spera riuscira a vincere a Torino nel mese di settembre. La struttura è faraonica ed eccelle per qualità dei materiali, oltre ai servizi di sicurezza impeccabili, per questo l’ amministratori e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della struttura, sono convinti di riuscire a portare a casa l’ ambito titolo di “superparcheggio d’ Europa”. I napoletani intanto si godono la struttura, che sicuramente darà visibilità e notorietà ad una metropoli che vive non solo di sconfitte, ma soprattutto, come da sempre merita, anche di grandissime vittorie.