El Matador festeggia il suo ventiquattresimo compleanno a Mergellina: è festa grande

Edinson Cavani, soprannominato dai tifosi partenopei “El Matador”,  ha festeggiato il suo ventiquattresimo compleanno ieri sera in compagnia di Lavezzi ed suoi compagni di squadra al ristorante “Alba” di Mergellina. La cena a base di vongole e pezzogna, è stata accompagnata da musica e applausi, mentre la torta speciale preparata per il Matador ha accontentato tutti i palati anche quelli piu’ esigenti.

Per celebrare il compleanno di “El Matador”, anche un altro locale ha deciso di allestire al suo esterno un menù speciale. I piatti “calcistici” legati soprattutto alla vittoria contro i giallorossi, partiranno con un primo da favola, chiamato: “Risotto alla Cavani“. Un piatto ricco, che festeggerà il calciatore azzurro con l’ ennesima dimostrazione di affetto d’una città ormai stregata dalle sue magie. Il menù “calcisitico”, in alternativa al “Risotto alla Cavani”, come primo piatto prevede inoltre le “Orecchiette alla Romana” o i “Cavatelli alla Burina”.

Paolo e Saverio, gestori di “Mandara” sito in via Ponte di Tappia, rivelano il segreto del “Risotto alla Cavani”, fatto con verdure miste e un pizzico di forte, mentre i “Cavatelli alla Burina” sono cucinati con broccoli, pecorino e salsiccia, e, infine, le “Orecchiette alla Romana” con pomodoro, pecorino e peperoni arrostiti.

I gestori di Mandara omaggiano così il campione partenopeo, cercando di portare in tavola la stessa grinta ed energia che Cavani mette nelle sue partite. Paolo e Saverio, in onore della partitissima col Milan, passaggio col Catania permettendo, stanno già pensando alle “Pennette alla Diavola” e ad un piatto innovativo come le “Trenette alla Lavezzi”.

La città  dopo la domenica di riposo e la vittoria della Juve sull’ Inter, parla della  squalifica di Lavezzi e pronostica il mach con il Villareal, mentre El Matador festeggia, con l’augurio di tutti i tifosi partenopei e dello staff di Vesuvius.it, che continueranno sempre a sostenere la grande cavalcata di un campione che non perde tempo per far sognare anche il cuore piu’ tardivo. La corsa è cominciata e noi puntiamo su di te, forza campione !  Auguri El Matador !