Stop alla Ztl di piazza Dante e Via Duomo. Il dado è tratto: da lunedì 22 luglio piazza Dante e Via Duomo riaprono a motorini e auto. La decisione è stata presa dall’amministrazione comunale per venire incontro alle richieste dei commercianti ma anche per consentire agli uomini di Palazzo San Giacomo di eseguire i lavori necessari per far poi ripartire a settembre la Ztl di piazza Dante e via Duomo, con il nuovo orario 9-18.

La decisione è stata presa, ma non è stata ancora firmata l’ordinanza: questione di pochi giorni poi, quando il sindaco de Magistris apporrà la sua firma al provvedimento, la Ztl di piazza Dante e via Duomo andrà anche lei in vacanza portandosi dietro anche tutte le polemiche che l’hanno accompagnata dal suo primo giorno di esistenza.

La sospensione della Ztl ci sarà dal 22 luglio al 31 agosto e ricalca un po’ quanto fatto lo scorso anno con la Ztl del Mare, sospesa nelle settimane centrali di agosto. Questa decisione però è stata presa dopo le proteste dei commercianti contro il ritardo nell’entrata in vigore dei provvedimenti di modifica alla Ztl del Centro Antico: piazza Dante e via Duomo avrebbero dovuto riaprire a motocicli (tutto il giorno) e auto (dalle 18 alle 7) già a maggio, ma una serie di passaggi burocratici non hanno consentito al provvedimento di entrare in vigore.

Un ritardo che ha mandato su tutte le furie i commercianti, che hanno individuato nei provvedimenti del Comune di Napoli le cause del calo di consumi registrato negli ultimi tempi: ora Palazzo San Giacomo prova a venire incontro gli esercenti con la  riapertura di piazza Dante e via Duomo fino al 31 di agosto, sperando che le settimane che verranno serviranno a far partire il nuovo piano traffico che riguarda il centro della città.