Dopo il funerale alla Villa Comunale di Napoli, con tanto di contestazione nei confronti del vicesindaco Tommaso Sodano presente alla manifestazione, arrivano le precisazioni del numero due di Palazzo San Giacomo. Sodano, che ha anche la delega all’Ambiente, risponde alle critiche attraverso un comunicato in cui chiarisce la situazione del parco che sorge sul Lungomare e gli interventi in programma.

Si parte con i lavori per la Linea 6 della Metropolitana con quattro cantieri attualmente presenti nella Villa Comunale: “A lavori ultimati, tra più di un anno, resteranno visibili sulle pavimentazioni soltanto delle griglie non di grandi dimensioni il cui posizionamento è scaturito da incontri avuti dalla Metropolitana con la competente Soprintendenza. Inoltre, il ripristino delle pavimentazioni attualmente occupate dai cantieri della Metropolitana è di competenza esclusiva della Metropolitana SPA“.

Altro capitolo toccato da Sodano è quello della Cassa Armonica: ieri i manifestanti hanno consegnato un pezzo della Corolla al vicesindaco che prova a fare chiarezza anche su questo aspetto. “Il bando per i lavori di restauro è andato deserto e stiamo cercando uno sponsor privato per restaurare la struttura ottocentesca“, la risposta del sindaco a chi si è lamentato per le condizioni in cui è stato lasciato il monumento. Il numero due del sindaco de Magistris svela poi i prossimi interventi in programma per il parco: “I lavori del sistema di irrigazione, nel tratto compreso tra l’ingresso di piazza Vittoria e la Meridiana, da realizzarsi a cura dell’ABC che partiranno dopo l’estate”; “il rifacimento parziale della pavimentazione della Villa Comunale per circa 14.000 mq sui 35mila totali dei vialetti” che partiranno nel prossimo autunno.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=RjO3E0Gf6Ts[/youtube]

Infine, per le condizioni di piante e alberi presenti nella Villa Comunale, Sodano afferma che “gli interventi sono frequenti e il verde pubblico è curato“, pur assicurando che giovedì ci sarà una riunione con la presenza del direttore dell’Orto Botanico e del Preside della Facoltà di Agraria per “un confronto sulla condizione di salute del patrimonio arboreo della Villa”.